Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Tione, ladro d’auto arrestato dai carabinieri

lunedì, 28 ottobre 2019

Tione – Blitz dei carabinieri di Tione (Trento) e Riva del Garda. Nel corso di servizi di controllo al territorio, arrestato un ladro d’auto a solo 3 ore dal furto. L’altra notte i militari della stazione di Tione di Trento hanno arrestato per ricettazione M.Q., italiano, 34 anni, residente in provincia di Lucca.

carabinieri Tione di TrentoI militari, nel corso di un servizio perlustrativo, finalizzato proprio alla prevenzione dei furti e al controllo del territorio, sono stati allertati dalla centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Riva del Garda, che aveva ricevuto la segnalazione di un furto d’auto, eseguito all’interno del parcheggio di un locale notturno di Pinzolo (Trento), poco tempo dopo la mezzanotte, ai danni di una giovane studentessa, in vacanza nel comune trentino e che stava trascorrendo la serata con alcune amiche.

L’immediata telefonata, fatta dalla giovane al 112, ha permesso di allertare tutte le pattuglie nel contesto Provinciale di Trento, impegnate nei servizi di controllo del territorio e, dopo solo circa tre ore dall’allarme, i Carabinieri di Tione sono riusciti a rintracciare e a fermare la vettura, arrestando il conducente.

Per la giovane proprietaria del veicolo la brutta esperienza si è conclusa con la subitanea riconsegna dell’auto, consentendogli di proseguire la propria vacanza con le amiche, mentre l’arrestato sarà processato oggi con rito direttissimo presso il Tribunale di Trento.

I controlli delle Compagnie carabinieri, compresi quelli di Riva del Garda volti a contrastare i fenomeni predatori e i furti, proseguono con l’usuale impegno. Al successo di questi, è evidente il ruolo fondamentale giocato dalle segnalazioni al 112 N.U.E. dei cittadini, siano essi vittime oppure soltanto testimoni di fatti illegali, se non inusuali o “strani”, che se riferiti prontamente, possono -come nella vicenda riportata- risolvere la situazione, consentendo di restituire il maltolto alla vittima e assicurare alla giustizia i responsabili.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136