Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Valle Camonica, il Premio Panathlon consegnato a Vittorio Serini

domenica, 9 dicembre 2018

Boario Terme – Si è tenuta presso l’Hotel Rizzi di Boario Terme la tradizionale serata del Panathlon Club di Vallecamonica riservata agli auguri di Natale- Numerosi i soci presenti e anche gli ospiti del sodalizio presieduto da Giocondo Nezosi che dopo la cena ha preso la parola per il bilancio dell’anno e per uno sguardo sul futuro.  nez serini‘Grazie per la vostra presenza numerosa – ha detto Nezosi – grazie ai soci che hanno offerto i tradizionali auguri di Natale. E’ stato un anno positivo per il nostro Club: abbiamo lavorato per i giovani con Friendly Games con le targhe Fair Paly che abbiamo portato nelle scuole e nelle strutture sportive del territorio; abbiamo lavorato a favore della disabilità con la consueta attenzione per la Polisportiva Disabili Valcamonica abbiamo aumentato il numero di soci grazie ad una delle serate meglio riuscite dell’anno, quella relativa al Baskin’. Il presidente ha poi sottolineato l’importanza della presenza del Club nel territorio della Vallecamonica da 28 anni ed ha ricordato che a gennaio ci sarà l’elezione del nuovo presidente per il Biennio 2020-2021, invitando a candidarsi. La seconda parte della serata vedeva la tradizionale consegna dei premi Panathlon 2018: è stato consegnato nelle mani di Gigliola Frassa presidente della Polisportiva Disabili Vallecamonica il consueto contributo e la parola è poi passata agli ospiti della serata, in particolare a Maria Grazia Adorno, presidente SorOptimist Iseo e ad Alberto Pastorelli, presidente Lions Vallecamonica che hanno auspicato un lavoro d’insieme dei vari service presenti sul territorio per migliorare le relazioni tra i Club e per avviare progetti comuni a favore del territorio. Prima della consegna del Premio Panathlon 2018 il presidente Nezosi ha letto la carta Fair Play del Panathlon International e quindi ha letto le motivazioni del premio che ogni anno il Panathlon assegna in nome della promozione sportiva a favore dei giovani e dell’abbattimento delle barriere culturali nei confronti della disabilità. E allora ecco il premio a Vittorio Serini, ideatore e mister del progetto CamUnici, che a partire dal 2013 e in collaborazione con la Polisportiva Disabili Valcamonicauna ha formato una squadra di calcio con ragazzi e ragazze con disabilità fisica e relazionale che tesserata con l’US Darfo Boario sta quest’anno disputando il Campionato Femminile del CSI Vallecamonica. E’ stato il past president Roberto Gheza a presentare il lungo Curriculum sportivo da giocatore e da tecnico di Vittorio Serini e poi la consegna della targa con la seguente motivazione: ‘Esempio di passione, sensibilità e competenza messe a disposizione con la collaborazione di un ottimo staff, di molti ragazzi e ragazze, che hanno trovato nel gioco del calcio la gioia di stare insieme e confrontarsi senza barriere”. Vittorio Serini ha ringraziato il Panathlon per il premio ricevuto dicendo che ‘i valori del Panathlon sono i miei valori e senza i mie validi collaboratori volontari nulla sarebbe stato possibile. Deco anche ringraziare la Polisportiva Disabili per avermi permesso di ritrovare passione ed entusiasmo con il calcio, lo sport che ho sempre amato. Mi permetto anche di ringraziare l’US Darfo Boario e alcuni sponsor, Sagrini Auto e Beef House, per gli aiuti che ci hanno dato’. Successivamente è intervenuta Gigliola Frassa presidente della Polisportiva Disabili Valcamonica raccontando gli inizi e lo sviluppo del progetto CamUnici e a chiusura della serata le parole di Katia Bonetti, assessore allo sport del Comune di Darfo Boario Terme che ha ringraziato Vittorio Serini per l’importante progetto ‘Vittorio Serini ha radunato una ventina di ragazzi che si sentono parte di un gruppo, si sono dati delle regole e vivono in amicizia ogni momento trascorso sui campi di calcio. E’ un grande progetto, è un progetto che cresce e che aumenta sicuramente le qualità tecniche dei ragazzi ma soprattutto migliora  le capacità relazionali e motorie dei ragazzi CamUnici, abbattendo davvero le barriere culturali nei confronti della disabilità. Grazie quindi al mister Serini e al Panathlon che lo ha voluto premiare’. Il brindisi finale, la consegna dei consueti regali e il Buon Natale del presidente hanno concluso la serata degli auguri  2018 del Panathlon Club di Vallecamonica.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136