Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Un metro di neve in vetta, Passo della Forcola chiuso definitivamente: a Livigno apertura totale delle piste il 30 novembre

mercoledì, 13 novembre 2019

Livigno – A Livigno avvio super di stagione. Sono 95 i cm totali di neve scesi sulle cime, mentre 61 quelli che imbiancano le strade del centro: da diversi giorni, grandi e candidi fiocchi di neve fanno da White Carpet d’eccezione a una Livigno in cui già si respira tutta la magia della montagna in inverno.

Dopo il grande inizio con l’apertura della pista di fondo già il 19 ottobre scorso, la stagione invernale 2019/2020 di Livigno non smette di regalare emozioni a tutti gli amanti della neve: nel Piccolo Tibet sciatori, snowboarder e freerider hanno già potuto indossare la loro attrezzatura e scendere a valle grazie all’apertura anticipata di Sitas Ski Area, che già dallo scorso sabato ha fatto partire i suoi impianti alla volta delle cime innevate; a partire dal 30 novembre, sarà invece possibile percorrere sugli sci tutti i 115 km di piste.

Ampliata invece la pista di fondo, aperta già dalla metà di ottobre grazie all’impiego della neve conservata dallo scorso inverno con la tecnica dello Snowfarming: ad oggi, l’anello tocca i 18km di lunghezza, avvicinandosi così sempre più ai 30 km totali.

Tutti gli snowlovers potranno accedere agli impianti acquistando presso la cabinovia di Sitas Ski Area un ticket ad un prezzo speciale, pensato appositamente per l’occasione, che permetterà di raggiungere le cime livignasche e godersi durante la discesa il panorama unico e innevato delle alpi italiane.

Agli amanti del freeride, invece, Livigno offre ben 100 km quadrati di backcountry, immense distese di neve soffice e fresca pronte ad essere e solcate da sci e snowboard. Tra le località che hanno creduto maggiormente in questa specialità, Livigno ha potenziato e attivato servizi ad hoc con il Progetto Freeride, unico in Italia e attivo ormai da diverse stagioni. Alla base di questo progetto c’è la preparazione e la diffusione del Bollettino Valanghe, un servizio di informazioni giornaliere che fornisce tutte le informazioni sulla stabilità del manto nevoso di ogni zona di Livigno, che permette a tutti gli appassionati di freeride di scegliere l’area più adatta alla discesa di giorno in giorno. Il Bollettino Valanghe permette così ai freerider di essere aggiornati ogni mattina sulle condizioni locali non solo attraverso il sito, ma anche grazie alla cartellonistica e ai video esposti presso le stazioni degli impianti di risalita e attraverso l’app gratuita “My Livigno”; tutte le informazioni sono aggiornate anche sui totem in paese e fornite attraverso un servizio di newsletter a tutti gli operatori.

Per raggiungere Livigno dall’Italia si può attraversare il Passo del Foscagno, mentre a coloro che arrivano da Svizzera, Alto Adige e Nord Europa basterà percorrere il Tunnel Munt La Schera. Chiuso invece definitivamente il Passo della Forcola, che riaprirà nel Giugno 2020.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136