Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Rovereto, inaugurata la nuova agenzia Inps

martedì, 29 ottobre 2019

Rovereto – A Palazzo Todeschi di Rovereto (Trento) è stata inaugurata la nuova agenzia Inps: un laboratorio per servizi innovativi. Presenti alla cerimonia il direttore Inps per il Trentino-Alto Adige Marco Zanotelli e di numerose autorità, fra cui il commissario del Governo per la provincia di Trento Sandro Lombardi, il presidente Maurizio Fugatti e l’assessore allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli, il sindaco di Rovereto Francesco Valduga, Graziano Rigotti in rappresentanza della Camera di Commercio e il presidente di Trentino Sviluppo S.p.A. Sergio Anzelini.

Inps Rovereto cerimonia inaugurazioneLa nuova agenzia Inps è al servizio oltre che della Città della Quercia di altri 17 Comuni della Vallagarina, per un totale di oltre 94.000 cittadini e 6500 aziende. Sarà una struttura orientata all’innovazione, che offrirà alla sua utenza anche nuovi servizi, fra cui un Servizio Start Up attivo dal 4 novembre presso il Polo della Meccatronica, un Servizio Lavoratori autonomi, per artigiani e commercianti, uno Sportello Amico per consulenze “mirate” ai cittadini ogni venerdì e un Servizio Inps Mobile per evitare di stare in coda, che consentirà di prenotare gli appuntamenti agli sportelli tramite una app per smartphone o, su PC, direttamente dal sito dell’INPS. “Vedere che una parte pubblica manifesta queste capacità innovative serve di stimolo anche alla Provincia e agli altri partner istituzionali, oltre che ai privati – ha detto il presidente della Provincia Maurizio Fugatti, intervenuto all’inaugurazione assieme all’assessore allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli. – Rovereto ha da sempre una forte vocazione produttiva e industriale, che qui risulta confermata. Noi raccogliamo volentieri questo stimolo. A breve infatti sottoscriveremo un protocollo con Rovereto contenente anche molti investimenti infrastrutturali che valorizzeranno le vocazioni della città”.
“Rovereto si conferma laboratorio per la sperimentazione di nuove pratiche – ha detto a sua volta l’assessore Spinelli – per rendere la vita più facile a cittadini e imprese. Questo momento sancisce anche una crescita della collaborazione fra tutti i soggetti coinvolti, fra cui Trentino Sviluppo e la Camera di Commercio. Non possiamo pertanto che salutare con favore questo ‘nuovo inizio’ e affiancare il lavoro che la nuova agenzia Inps andrà a svolgere con le strutture provinciali, in un’ottica sempre più integrata e sinergica”.

Una sede prestigiosa, quella di palazzo Todeschi, dove suonò per la prima volta Mozart in Trentino, per una nuova sede Inps già in parte attiva da qualche mese ma oggi inaugurata ufficialmente alla presenza del direttore Inps per il Trentino-Alto Adige Marco Zanotelli e di numerose autorità, fra cui il commissario del Governo per la provincia di Trento Sandro Lombardi, il sindaco di Rovereto Francesco Valduga, Graziano Rigotti in rappresentanza della Camera di Commercio I.A.A. di Trento, il presidente di Trentino Sviluppo S.p.A. Sergio Anzelini.

Per Zanotelli “la sede di Rovereto sarà un incubatore di nuovi servizi, a livello non solo locale ma nazionale. L’idea è di esportare questo modello a Merano e poi altrove in Italia. L’assunto di base è: meno sportello e più servizi di consulenza, a cittadini e imprese. Fra le novità, uno sportello a servizio delle start up, le nuove aziende innovative, create soprattutto dai giovani, presso la sede di Meccatronica, dove sarà presente un operatore Inps”.

Il Commissario del Governo Lombardi ha sottolineato a sua volta come “in un palazzo tanto prestigioso, vocato alla cultura e alla musica, oggi si parla il linguaggio della tecnologia. Un plauso al presidente Fugatti che ha mostrato una straordinaria sensibilità per iniziative come questa, che mettono in contatto il mondo del lavoro e delle imprese e le istituzioni. E grazie al sindaco Valduga che ha messo questa struttura al servizio dell’Inps”.

“L’adesione al progetto da parte del Comune è stata immediata.- ha chiosato il sindaco di Rovereto – Abbiamo iniziato a ragionarci nel dicembre 2015. E’ un bene che strutture dall’alto profilo culturale vengano messe a disposizione della causa del lavoro. Vogliamo essere città di imprese, oltre che di cultura e saremo lieti di mettere la nostra esperienza al servizio di tutto il territorio provinciale”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136