Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Riva del Garda: i 100 anni di Elvira Moro

lunedì, 4 novembre 2019

Riva del Garda – Venerdì primo novembre il sindaco Alessandro Betta e l’assessore Stefano Miori hanno fatto visita, nella casa di Varignano in cui vive con il figlio Claudio e la nuora Michela, a Elvira Moro, classe 1919, che proprio quel giorno ha compiuto 100 anni.

elvira-moro-02Nata a Riva del Garda il primo novembre 1919, terza figlia (di sette) di Silvano Moro e Luigia Miorelli, ha vissuto infanzia e gioventù nella casa di famiglia all’Albola. Dopo aver lavorato alla cartiera Peloso a Varone (l’attuale Fedrigoni), nel 1942 ha sposato Illuminato Tosi e si è trasferita a Varignano, dove si è dedicata anima e corpo alla famiglia. Sei i figli: Gianni, Pina, Alma, Paride, Claudio e Stefano. Importante per lei è stata anche la famiglia del marito, con la quale ha vissuto a stretto contatto, e in particolare il suocero Paride Tosi (noto per essere stato l’ultimo sindaco di Romarzollo), che in vecchiaia ha accudito lungamente con dedizione e affetto, costretto a letto da una malattia, fino alla morte.

Presente e vivace, Elvira ha accolto con gioia la visita del sindaco e dell’assessore, ai quali ha raccontato tra l’altro il suo grande sogno, purtroppo finora irrealizzato: vedere Roma. Questo perché una sua maestra a scuola le raccontava spesso della Città Eterna, dei suoi musei e delle sue chiese, dei monumenti e dei palazzi, ed Elvira ne restò affascinata. Qualche anno fa i figli avevano progettato di portarla finalmente a vedere Roma, ma in quel periodo Elvira ebbe qualche problema di salute che mandò a monte il viaggio.

Dopo la visita ufficiale della delegazione comunale, nella tarda mattinata, in serata Elvira, accompagnata dai parenti, ha partecipato come ogni anno alla tradizionale festa all’oratorio, dove è stata festeggiata dal paese, presente anche il parroco.

La festa di compleanno vera e propria si è tenuta domenica al ristorante Alla Lega, dove erano presenti, oltre a un gran numero di familiari (tra cui il piccolo Enea, che da un anno l’ha resa trisnonna) e di amici, anche le sorelle Giuditta (98 anni) e Silvana (90). Presente anche la cognata Dinella, 97 anni, giunta appositamente da Ascoli Piceno per l’importante avvenimento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136