Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Piancogno: incontro e proposte della Lega di Vallecamonica

lunedì, 18 novembre 2019

Piancogno – Riunione della segreteria provinciale della Lega di Vallecamonica a Piancogno (Brescia): Gli amministratori della Lega Camuna si sono ritrovati alla presenza anche del commissario provinciale Roberto Laffranchi, il deputato Giuseppe Donina ed il Consigliere Regionale Francesco Ghiroldi.

Dopo una breve premessa del commissario Laffranchi in cui ha precisato che, nonostante i delegati agli enti locali della Lega camuna siedano tra i banchi della minoranza sia al B.I.M. che in Comunità Montana, essi non hanno intenzione di limitarsi solo a votare contro o ad astenersi dal votare nelle varie sedute degli enti, ma anzi come d’abitudine la Lega ha intenzione di fare opposizione portando le proprie idee e proposte a beneficio del territorio e dei suoi abitanti, dalla riunione sono emerse 2 importanti proposte che la Lega porterà agli Enti.

E’ il sindaco di Piancogno, Sangalli Francesco, a farsi portavoce degli amministratori leghisti, nella proposta alla Società Vallecamonica Servizi “che cura la raccolta dei rifiuti riciclabili e dei rifiuti urbani” di prendere in carico anche il servizio di bollettazione e riscossione. Ad oggi, infatti, tale onere viene gestito dai Comuni, che mettono a disposizione uffici e dipendenti, in taluni casi con un organico sottodimensionato, e quindi in difficoltà a gestire il processo di riscossione.

Per la società Vallecamonica Servizi, invece, prendere carico della bollettazione e della riscossione, non farebbe altro che mettere in atto gli obiettivi proposti. La seconda richiesta formulata a Vallecamonica Servizi è quella di completare la realizzazione del Compattatore, che da più di dieci anni trova difficoltà nella sua realizzazione.

Gli amministratori sanno benissimo che tale impianto porterebbe un ulteriore guadagno nelle casse della Società e ripagherebbe “da solo” l’investimento in pochi anni. Un progetto simile aumenterebbe il livello di qualità della Società Vallecamonica Servizi, completando la filiera della raccolta rifiuti e, non da trascurare, creerebbe nuovi posti occupazionali.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136