Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Miglioramento del carcere di Trento: dopo l’incontro attivato un tavolo di lavoro

lunedì, 14 gennaio 2019

Trento – Si e’ riunito questa mattina, presieduto dal Commissario del Governo, Prefetto Sandro Lombardi, il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per valutare la situazione della casa circondariale di Trento alla luce dei fatti avvenuti lo scorso 22 dicembre.

Alla riunione, oltre ai vertici delle locali forze dell’ordine erano presenti il presidente della provincia Fugatti, l’assessore Franzoia in rappresentanza del sindaco di Trento, il sostituto del Procuratore Generale De Benedetto ed il procuratore Raimondi, la presidente del tribunale ed i magistrati di sorveglianza, i rappresentanti dell’amministrazione penitenziaria del ministero della giustizia, il provveditore per il triveneto, il direttore della azienda provinciale per i servizi sanitari, la direttrice del carcere, il comandante la polizia penitenziaria, la garante dei detenuti, la direttrice dell’uffficio di esecuzione penale, il presidente dell’ordine degli avvcati e della camera penale di Trento.

L’incontro ha costituito l’occasione per attivare collaborazioni e sinergie tra tutti i componenti istituzionali, cosi come dichiarato dal prefetto Lombardi il 22 dicembre scorso come autorevole interlocutore dei detenuti, per poter realizzare i più opportuni interventi su quelli che sono stati individuati come obiettivi di miglioramento: l’assistenza sanitaria, l’educazione ed il rapporto con il mondo del lavoro.

A conclusione della riunione il prefetto Lombardi ha proposto l’attivazione di un tavolo di lavoro che si riunirà ogni quattro mesi per fare il punto sulle attivita’ ed i percorsi avviati. La proposta e’ stata accolta con favore e da subito i responsabili delle istituzioni presenti instaureranno buone pratiche di comunicazione per l’approfondimento delle varie problematiche.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136