Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Classifica Legambiente: Trento è la città più verde d’Italia

lunedì, 28 ottobre 2019

Trento – La città più verde d’Italia è Trento. In testa alla classifica di Legambiente grazie a raccolta dei rifiuti e trasporti pubblici. Soddisfatto il sindaco Alessandro Andreatta.

Trento è la città più ecologica d’Italia. A dirlo è l’indagine Ecosistema urbano, curata come ogni anno da Legambiente e pubblicata sul Sole 24 ore del lunedì. A portare il capoluogo in testa alla classifica delle 104 città italiane, prima delle pur virtuose Mantova e Bolzano (al secondo e terzo posto), sono 6 indicatori che si collocano nella fascia dell’eccellenza aggiunti ad altri che, pur meno brillanti, hanno fatto registrare negli scorsi mesi qualche miglioramento.

Il punteggio migliore Trento lo ottiene per il verde urbano (414,9 metri quadrati per abitante, secondo posto), ottime prestazioni anche nella raccolta differenziata (81,2 per cento, sesto posto) e dispersione della rete idrica (15 per cento, sesto posto). Trento conquista l’8 posto per la produzione di energia solare termica e fotovoltaica pubblica (14,5 kw per abitante) e per l’offerta di trasporto pubblico (47,5 i km percorsi dalle vetture per abitanti nell’anno), mentre è al decimo posto per passeggeri.

Trento registra prestazioni da parte alta della classifica anche per quanto riguarda la capacità di depurazione (18° posto), la produzione di rifiuti urbani (22° posto), le piste ciclabili e gli incidenti stradali (35° posto), le pm10 e la presenza di alberi (39° posto). Proprio la qualità dell’aria, in miglioramento rispetto all’anno scorso, è stata tra i fattori che hanno determinato il primato di Trento in questa edizione di Ecosistema urbano.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136