Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Bonifica dei fondali del lago d’Iseo

giovedì, 28 novembre 2019

Tavernola – Prosegue la bonifica dei fondali del lago d’Iseo dai residuati bellici. Il piano predisposto dalla prefettura di Bergamo, in collaborazione con le forze dell’0rdine, prevede fino a mercoledì 4 dicembre l’immersione di sub nello specchio d’acqua antistante Tavernola (Bergamo) e il recupero delle bombe. Per il periodo della bonifica è stata introdotta dall’Autorità di bacino l’ordinanza di divieto di transito di imbarcazioni.

A Tavernola sono presenti gli uomini della Marina militare e dell’Esercito che, oltre a sorvegliare la zona del Corno di Tavernola, recuperano gli ordigni che vengono poste in apposite casse di sicurezza per poi essere trasportate nella miniera di Parzanica dell’Italsacci dove gli artificieri li faranno brillare. I 16 militari sono giunti con tre mezzi pesanti carichi di attrezzature messa a disposizione gratuitamente dalla ditta fratelli Ziliani & Figli spa di Monte Isola, già utilizzata nel corso del recupero della salma di Tilotta. Alle operazioni di recupero sono presenti le squadre del Genio Guastatori di Cremona. Dai primi recuperi si tratta di bombe da cannone e munizioni pesanti abbandonate dai tedeschi nel secondo conflitto mondiale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136