Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Bolzano: Fondo comuni confinanti, progetto per il Passo Stelvio

martedì, 29 ottobre 2019

Bolzano – Olimpiadi grande opportunità di sviluppo del territorio, progetto per la valorizzazione di Passo Stelvio. Il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, ha incontrato a Bolzano il presidente del Fondo comuni confinanti, Roger De Menech. Al centro del colloquio i futuri progetti di valorizzazione e sviluppo economico e sociale dei territori di Lombardia e Veneto che confinano con l’Alto Adige, a partire da Olimpiadi invernali 2026 e Passo dello Stelvio (nella foto di repertorio Arno Kompatscher e Massimo Sertori) .

Passo Stelvio - Kompatscher - SertoriOlimpiadi, realizzazione e gestione delle strutture

Per quanto riguarda le Olimpiadi, le risorse del Fondo potrebbero essere utilizzate per realizzazione e adeguamento della pista di bob e slittino “Eugenio Monti” di Cortina, per la quale è stato anche sottoscritto un accordo decennale fra Provincia di Bolzano, Comune di Cortina e Regione veneto per l’utilizzo post-olimpico. “Non vogliamo cattedrali nel deserto – ha spiegato Kompatscher – e siamo convinti che le Olimpiadi invernali, se ideate e gestite in un’ottica di sostenibilità anche per quanto riguarda le infrastrutture e la mobilità, possano diventare una grande opportunità per il territorio delle Dolomiti. Da questo punto di vista, il Fondo comuni confinanti può svolgere un ruolo da vero e proprio pilastro nella realizzazione e nella gestione delle opere”.

Passo Stelvio, società per la valorizzazione

Spostandosi dall’estremo est all’estremo ovest dell’Alto Adige si arriva a Passo Stelvio, area al centro di un progetto condiviso fra Provincia di Bolzano e Regione Lombardia per la creazione di una società in grado di valorizzare tutta l’area tramite iniziative e servizi pensati per turisti e residenti. Anche in questo caso è previsto un coinvolgimento diretto del Fondo comuni confinanti sottoforma di sostegno finanziario alla nascita e crescita della società.

Cos’è il Fondo comuni confinanti

Il Fondo comuni confinanti, che ha una dotazione annua di 80 milioni di euro erogata dalle Province di Bolzano e Trento, è stato creato nel 2010 in accordo tra il Ministero delle Finanze, le Regioni Lombardia e Veneto, per sostenere gli enti territoriali che si trovano in aree confinanti con l’Alto Adige ed il Trentino. Si tratta complessivamente di 48 Comuni, 42 dei quali confinano con il Trentino e 6 con l’Alto Adige. Dalla sua creazione le Province di Bolzano e Trento hanno versato complessivamente nel Fondo 720 milioni di euro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136