Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Valle Camonica, strade chiuse e paesi isolati. L’invito: “Non mettetevi in viaggio”

lunedì, 29 ottobre 2018

Edolo – Valle Camonica interamente bloccata e l’invito è di non mettersi in viaggio. La statale 42 del Tonale è impraticabile in diversi punti per allagamenti, mentre alcuni paesi della Val Saviore sono irraggiunginbili per caduta alberi e smottamenti. Il forte vento ha provocato la caduta alberi anche sulla statale 39 di Aprica e la località tra la Valle Camonica e la Valtellina è rimasta isolata. Qui le principali problematiche in Lombardia e Trentino Alto Adige, sotto il video degli interventi.

In molti paesi, tra cui Ponte di Legno, é mancata a tratti la linea elettrica. Evacuata su ordinanza del sindaco di Edolo, Luca Masneri, una fabbrica. Centinaia di richieste d’intervento ai centralini dei vigili del fuoco dei diversi distaccamenti della Valle Camonica. Domani scuole chiuse a Darfo Boario Terme.

vigili del fuoco interventoLA SITUAZIONE - L’Ogliolo è sotto osservazione, l’Allione ha creato disagi alla circolazione e l’Oglio fa paura, in particolare nella Media e Bassa Valle Camonica. Una giornata di gran lavoro per vigili del fuoco, tecnici della Provincia di Brescia e Anas. In mattinata l’intervento sulla Sp6 per uno smottamento, mentre un secondo intervento che ha visto impegnati i vigili del fuoco di Edolo e i tecnici Anas per l’Allione che è tracimato. La strada della Val di Scalve è impraticabile per uno smottamento ed è stata chiusa la strada che da Montecchio arriva fino alla Sacca di Esine. Sono intervenuti i vigili del fuoco di Darfo Boario e i tecnici del Comune di Darfo Boario e Provincia di Brescia.

Oglio - pienaIn serata l’intervento più consistente a Edolo per l’Ogliolo che, all’altezza del ponte di Faeto è straripato. Evacuata una fabbrica della zona, su ordinanza del sindaco. In zona e per tutta la notte l’Ogliolo sarà sorvegliato speciale da parte dei vigili del fuoco di Edolo, presenti in zona con due squadre, i carabinieri della stazione di Edolo, i tecnici del Comune e gli uomini della Protezione Civile di Edolo. Altri interventi sono stati effettuati a Corteno Golgi e Berzo Demo.

IN VALTELLINA

Sono stati effettuati interventi da parte dei vigili del fuoco in tutta la Valtellina, l’Adda è il sorvegliato speciale. Una frana si è abbattuta in Alta Valle, mentre allagamenti si sono registrati in Bassa Valtellina.

VIDEO

NEVE IN QUOTA

Dalle serata le temperature si sono abbassate, al pari della quota neve che è posta a 1700 metri e nella giornata di domani potrebbe ultiormente scendere. Sul ghiacciaio Presena sono caduti dai 120 ai 150 centrimetri di neve,  qualcosa meno allo Stelvio dove sono bloccati per la chiusua della statale 38 Bormio-Passo Stelvio 180 turisti. Chiusi i passi alpini dello Stelvio e della Forcola, mentre l’off limits alle auto al Passo Gavia è stato attuato secondo programma delle Province di Sondrio e Brescia dalla scorsa settimana.

STRADE

La strada statale 42 “del Tonale e della Mendola” è temporaneamente chiusa in località Trescore Balneario (km 37), in provincia di Bergamo, a causa di un allagamento. Il traffico è gestito con indicazioni in loco. Sempre per allagamenti dovuti alle piogge intense e persistenti, è ancora chiusa la strada statale 45ter “Gardesana occidentale” in località Villanuova sul Clisi, in provincia di Brescia.

Restano infine chiuse la strada statale 38 “dello Stelvio” a causa di neve e rischio valanghe nel comune di Bormio (dal km 106 al km 124) strada statale 36, al passo dello Spluga, a causa della neve sul versante svizzero. La strada è comunque percorribile in territorio italiano fino al confine di stato.

Le squadre e i tecnici Anas (gruppo FS Italiane) sono incessantemente al lavoro su tutta la rete stradale di competenza per garantire la transitabilità e la sicurezza della circolazione nonché intervenire tempestivamente in caso di necessità. La Sala Situazioni nazionale e le sale operative locali assicurano inoltre il monitoraggio in tempo reale e il coordinamento con le Prefetture, la Protezione Civile e le Autorità competenti.

Anas raccomanda la massima cautela alla guida in caso di condizioni meteo avverse che possono ridurre fortemente la visibilità, l’aderenza e la capacità di frenata del veicolo. Si raccomanda inoltre l’uso dei dispositivi invernali, laddove previsto.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136