Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Valle Camonica: consegnato a Sergio Stracuzzi il Premio Panathlon 2017

lunedì, 11 dicembre 2017

Darfo – Una bella piacevole partecipata conviviale ha concluso l’anno sportivo del Panathlon Club di Vallecamonica. La serata degli auguri e dei premi ha visto infatti oltre una sessantina di partecipanti tra soci e ospiti in un clima di giovialità e serenità alla vigilia del Natale. nezosi stracuzziAl termine della cena la cerimonia del conferimento del Premia Panathlon 2017: il presidente Nezosi ha letto i criteri di assegnazione del premio ed è stato poi il socio Angelo Martinoli presentare il curriculum del premiato e le motivazioni. Il premio Panathlon 2017 è andato al professore Sergio Stracuzzi, docente di Scienze Motorie, responsabile presso l’Istituto Olivelli-Putelli di Darfo Boario Terme dei progetti relativi al Sostegno, all’Inclusività e collaboratore del Dirigente Scolastico. La motivazione del premio è stata la seguente: “Premio Panathlon 2017 al professor Sergio Stracuzzi per aver promosso attraverso il progetto ‘tutti ugualmente atleti’ l’amicizia, la comprensione e il diritto all’inclusione sportiva quali valori primari nella formazione educativa dei suoi studenti dell’Istituto Olivelli-Putelli di Darfo Boario Terme”.

micheletti nezosiIl professor Stracuzzi ha ringraziato il Panathlon per il premio assegnatogli ed ha esteso il grazie al suo staff e alla Dirigenza dell’Istituto che ha sempre creduto e supportato sia a livello personale che istituzionale i suoi progetti e le sue iniziative. Stracuzzi ha poi concluso dicendo: ‘Il premio è anche un incentivo a rinnovare sempre più le proposte formative dell’Istituto’. Ha preso la parola poi il professore Antonino Floridia, Dirigente Scolastico dell’Istituto Olivelli-Putelli: ‘E’ una grande soddisfazione per il mio Istituto; quando sette anni fa è arrivato da noi il professor Stracuzzi gli ho affidato una serie di progetti legati allo sport e alla disabilità e devo dire che il progetto ‘tutti ugualmente atleti’ ha dato importanti risultati formativi per tutti gli studenti del mio Istituto. Anche per me il Premio Panathlon assegnato al prof. Stracuzzi è un ulteriore impegno che ci prendiamo come Istituto per ampliare i nostri progetti relativi a sport e disabilità’. E’ intervenuto poi il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia dott. Mario Maviglia che ha sottolineato il valore del ‘movimento’, del fare sport nella vita delle persone e dei giovani in particolare. ‘La scuola, ma direi la società civile ha bisogno di questi esempi per dare il giusto valore allo sport come momento per stare bene con se stessi e della solidarietà nei confronti dei più deboli. Davvero il prof. Stracuzzi rappresenta la punta dell’iceberg di tanti docenti che nella scuola promuovono progetti per la crescita umana e sociale degli studenti’. Successivamente hanno preso la parola esprimendo il loro grazie al Panathlon i vari ospiti presenti, rappresentanti delle Istituzioni e dei service amici che operano sul territorio: Maria Grazia Adorno, Presidente Soroptimist, Alberto Rizzi, Presidente Rotary Club Lovere Iseo Breno, Giovanni Canu, Presidente Lions Lovere, Roberto Bontempi, Presidente Lions Vallecamonica, Angelo Micheletti, Presidente Panathlon Club Brescia, Catia Bonetti, Assessore allo Sport Comune di Darfo Boario Terme, Massimo Maugeri, Assessore allo Sport  della Comunità Montana di Vallecamonica. Lorenzo Branzoni, Ex Governatore 2° distretto Panathlon Lombardia ed attuale Consigliere del Panathlon International è intervenuto con il suo grazie a nome di tutto il Panathlon: ‘Tante emozioni stasera che provo a riassumere: qui in Vallecamonica, presso questo Club mi sento a casa e vedo con piacere che ci sono nella scuola persone illuminate che si rivolgono allo sport come momento di crescita formativa ed umana degli studenti. Non dobbiamo avere paura come Panathlon a farci conoscere, a coinvolgere, come fate voi Enti ed Istituzioni vicini ai nostri valori. E’ con immenso piacere che vedo che qui con voi si vive lo sport con sincerità e serenità: questo è il Panathlon. E’ necessario mettersi in gioco e fare squadra, con la scuola, con le Istituzioni con gli amici del Lions International, del Rotary, del Soroptimist qui rappresentati ai massimi livelli. Lo sport sano ha tanto da dare alla società e il Panathlon aiuta i progetti che coinvolgono i giovani, la disabilità, il fair play. Grazie al presidente Nezosi, al past president Gheza a tutto il Club di Vallecamonica per ciò che sta facendo sul suo territorio’. Il presidente Nezosi consegnando il tradizionale contributo, ha poi dato la parola alla professoressa Gigliola Frassa presidente della Polisportiva Disabili Valcamonica: ‘E’ stata una serata stupenda che corona i nostri sforzi per dare un volto e una dignità alla disabilità. 25 anni fa è iniziata questa avventura e grazie al lavoro di tanti oggi possiamo dire che coroniamo il nostro sogno di dare una speranza di vita alla disabilità attraverso lo sport; e il contatto con la scuola è un ulteriore ampliamento dei sogni e delle finalità della Polisportiva che ha cambiato a livello culturale in questi anni la mentalità del nostro territorio sulla disabilità’. Il professore Angelo Martinoli, socio Panathlon e responsabile tecnico della Polisportiva Disabili Valcamonica ha poi annunciato che due atleti di sci alpino e nordico della Polisportiva Disabili Valcamonica, Davide Bendotti e Cristian Toninelli, stanno disputando gare di Coppa del Mondo in Canada e negli Stati Uniti per una loro possibile partecipazione alle Paralimpiadi coreane del 2018 ma ‘loro due non sono altro che la punta di oltre 100 atleti che quotidianamente seguiamo e che fanno sport grazie alla Polisportiva e che ci danno ogni giorno tante soddisfazioni e la forza per andare avanti’. Il past president del Club dott. Roberto Gheza ha poi presentato il progetto Friendly Games del Panathlon International che il Club di Vallecamonica intende promuovere insieme al CSI di Vallecamonica rappresentato nel Club da Pietro Albanese, consigliere nazionale del CSI e Direttore Area Tecnica del CSI Lombardia che, a sua  volta, ha presentato il progetto Sport&Go del CSI per i ragazzi dagli 8 ai 12 anni per un accompagnamento gioioso alla pratica sportiva. Il brindisi alla siciliana, lo scambio di doni e di auguri ha concluso una bella serata dove sono emersi nella concretezza i valori del Panathlon International.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136