Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Valle Camonica, chiuso in casa del cliente e trovato in possesso di droga dai carabinieri

mercoledì, 20 febbraio 2019

Piancogno –  Valle Camonica, chiuso in casa del cliente e trovato in possesso di droga dai carabinieri. Nella serata di ieri i carabinieri della Stazione di Piancogno hanno tratto in arresto un pregiudicato dell’Alta Valle, 34enne, da alcuni mesi residente in Svizzera.

I militari erano intervenuti su richiesta dei vigili del fuoco che stavano prestando soccorso ad una ragazza che era rimasta chiusa fuori di casa. Nell’appartamento era presente il suo compagno che non riusciva ad aprire la porta a causa di un malfunzionamento della serratura. L’uomo era in compagnia del 34enne. Quando i vigili del fuoco sono riusciti ad entrare attraverso la finestra è stato consentito l’accesso ai carabinieri che hanno proceduto all’identificazione dei presenti. Nella circostanza hanno verificato che tra gli identificati non era presente il proprietario dell’immobile e per questa ragione hanno iniziato ad indagare sul perchè i tre si trovassero nell’appartamento.

Viste le risposte piuttosto evasive hanno deciso di approfondire il controllo; sotto casa era presente una Mercedes con targa svizzera in uso al 34enne. Il veicolo è stato sottoposto a perquisizione e tra i due sedili è stato rinvenuto e sequestrato un involucro contenente 100 grammi di marijuana. Nella borsetta della donna che inizialmente era rimasta chiusa fuori di casa sono stati sequestrati poco meno di tremila euro in contanti.

I carabinieri non escludono che parte di quel denaro fosse destinato all’acquisto della marijuana. Il pregiudicato 34enne, terminati gli accertamenti, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di droga. L’uomo era peraltro sottoposto al divieto di dimora nel comune di Piancogno. L’arresto è stato convalidato dal Tribunale di Brescia. Il giudice ha rinviato l’udienza in attesa delle analisi di laboratorio sullo stupefacente sequestrato.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136