Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Rischio neve su tutta la Lombardia: allerta della Regione. Le previsioni meteo

mercoledì, 28 febbraio 2018

Darfo – La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso una comunicazione di ordinaria criticita’ (codice giallo) per rischio neve su tutta la regione dalla mezzanotte, eccetto per la zona omogenea NV-20 (Appenino pavese, provincia di Pavia) dove l’allerta scattera’ alle 21 di questa sera.

IL METEO – In quota correnti umide e piu’ miti da Sud-Ovest scorrono sopra lo strato di aria gelida presente in Valpadana. Saranno probabili deboli nevicate su tutta la regione, ad iniziare dalla notte sui settori occidentali, in estensione al restante territorio regionale. Le nevicate saranno generalmente di debole intensita’ e discontinue, specie sul settore di Nord-Ovest. Accumuli crescenti da Nord verso Sud (da 1-5 centimetri sulle Alpi e Prealpi occidentali ai 5-10 centimetri degli estremi settori meridionali, Appennino e Prealpi centro-orientali). Localmente, su Prealpi orientali, bassa

Pianura e Appennino possibili accumuli superiori fino a 15 centimetri per neve soffice. Dal pomeriggio/sera di domani 1 marzo, tendenza a esaurimento dei fenomeni a partire dal settore di Nord-Ovest, mentre si attarderanno anche in serata sulla bassa Pianura. Le temperature massime previste anche sulla Pianura saranno prossime o di poco al di sotto dello zero, mentre durante la notte e il mattino ed in serata risulteranno generalmente al di sotto dello zero (attorno ai -2 C). Venerdi’ 2 marzo saranno possibili deboli nevicate, inizialmente fino in Pianura per il passaggio di una veloce depressione proveniente da Ovest; ma, a oggi, rimane qualche incertezza sulla traiettoria della perturbazione e sui quantitativi previsti.

EFFETTI AL SUOLO – Le problematiche principali per rischio neve sono legate soprattutto a possibili difficolta’ e rallentamenti del traffico stradale e ferroviario. A causa delle basse temperature, non si possono escludere problemi anche sulla fornitura dei servizi essenziali (elettricita’, acqua, gas). Al momento pero’ non si registrano segnalazioni e tutte le strutture di competenza sono attive e la situazione e’ monitorata e sotto controllo.

Su tutto il territorio regionale si segnala di prestare attenzione alla possibile formazione di ghiaccio al suolo e sul manto stradale. Prestare particolare attenzione su Prealpi orientali, bassa Pianura e Appennino, dove saranno possibili accumuli localmente superiori fino a 15 centimetri per neve soffice.

Prestare inoltre attenzione all’interno delle aree metropolitane, dove si raccomanda di attivare tutte le misure ritenute necessarie per garantire la sicurezza della circolazione stradale e delle persone.

Si chiede pertanto ai sistemi locali di protezione civile di porsi in una fase operativa di attenzione, cioe’ di predisporre il sistema locale alla pronta attivazione di azioni di contrasto in caso di necessita’, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza, per la sicurezza della circolazione del traffico sulle strade e la riduzione dei rischi connessi.

Qualsiasi modifica sulle previsioni meteo verra’ tempestivamente comunicata. Si segnala che nella giornata di venerdi’ 2 marzo sono previste ulteriori precipitazioni nevose che, a causa delle basse temperature, andranno ad aggiungersi ai quantitativi depositati al suolo attesi per domani 1 marzo. Ulteriori dettagli verranno forniti domani, quando l’attendibilita’ delle previsioni meteo consentira’ di effettuare valutazioni piu’ precise.

INDICAZIONI OPERATIVE – La Sala operativa chiede di segnalare con tempestivita’ eventuali criticita’ che dovessero presentarsi sul proprio territorio in conseguenza del verificarsi dei fenomeni previsti, telefonando al numero verde della Sala operativa di Protezione civile regionale: 800.061.160 o via mail all’indirizzo cfmr@protezionecivile.regione.lombardia.it.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136