Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


PyeongChang 2018: al via i giochi invernali. L’augurio di Zecchini (FISI Alpi Centrali) agli atleti

venerdì, 9 febbraio 2018

PyeongChang – Si accende il tripode allo stadio di PyeongChang e i XXIII Giochi invernali sono ufficialmente aperti. Tanti gli atleti lombardi in gara: a loro e a tutti gli azzurri è rivolto il messaggio del presidente del Comitato FISI Alpi Centrali, Franco Zecchini.

zecchini comitato fisi alpi centraliCi siamo! Un’altra avventura olimpica prende avvio quest’oggi. Che emozioni vivremo? Di sicuro tante, tantissime. Ancora una volta l’accensione della fiamma olimpica ci riempirà di gioia e ci riproporrà ancora una volta i grandi valori che lo sport insegna ogni giorno: Lealtà, Coraggio, Ambizione, Partecipazione e Spirito di Squadra. 

Vorrei, a nome di tutto il Comitato FISI Alpi Centrali, augurare a tutti gli atleti della nostra Federazione ed a quelli della Federazione Sport del Ghiaccio un grande in bocca al lupo. Da parte nostra non mancherà il nostro sostegno, il nostro tifo e tutto il nostro incoraggiamento. Affrontare un Olimpiade è una grande sfida e tutti gli atleti che rappresenteranno l’Italia avranno l’occasione di scrivere il proprio nome nella Storia: quella con la “S” maiuscola. Quella che non si scorda.

A tutti gli atleti arrivati a questo appuntamento dopo sacrifici, impegno, costanza, delusioni, incertezze e soddisfazioni: Tutto il mondo degli Sport Invernali sarà con voi sostenendovi, sarà vicino a voi anche se sarete dall’altra parte del mondo. L’ardere della fiamma olimpica sarà il nostro calore ed il nostro incitamento per voi.

Ai tecnici, agli allenatori ed accompagnatori: buon lavoro. Il nostro sostegno ed incoraggiamento sia con voi e con voi sia l’impegno per la miglior preparazione dei nostri ragazzi.

La Lombardia schiererà oltre 20 atleti. Saremo la seconda regione per importanza dopo la provincia autonoma di Bolzano. Un semplice numero ma una testimonianza di qualità del lavoro svolto dai singoli club e dai comitati regionali. Un lavoro spesso silenzioso, lontano dalla ribalta, ma che (numeri alla mano) conferma le elevate qualità dell’impegno profuso da donne ed uomini che amano gli sport invernali.

Un caloroso augurio lo vogliamo innanzitutto inviare all’amica valtellinese Arianna Fontana, dello short track, che il CONI, con grande lungimiranza, ha scelto come nostra portabandiera. Sventolerà il nostro tricolore nella cerimonia di apertura, con tutta la grinta e la volontà che ha sempre portato in corpo! Ritengo che questa investitura sia il miglior ringraziamento per la sua dedizione a questa disciplina e che possa essere di buon auspicio per le gare in cui sarà impegnata. 

Agli atleti del nostro Comitato: Mirco Bertolina e Maicol Rastelli per lo sci di fondo, Thomas Bormolini nel biathlon, Michela Moioli per lo snowboard, Nadia Fanchini, Sofia Goggia e Irene Curtoni per lo sci alpino, Lorenzo Bilotti nel Bob, per finire con Joseph Luke Cecchini nello skeleton: grazie per esserci! Grazie perché siamo sicuri che ci regalerete importanti emozioni. Grazie perché andrete a giocarvi e vincervi una medaglia che vale una carriera. 

È una nostra sincera promessa; saremo tutti in punta di sedia per sostenervi.  Da voi ci aspettiamo grandi cose. Non risparmiatevi. Siate coraggiosi, siate pazzi, abbiate la voglia e la grinta di spalancare il vostro cancelletto di partenza, qualunque esso sia, e di buttarvi nella competizione senza alcun risparmio. 

Ci auguriamo, e ne siamo certi, che sarete agguerriti. Vi giocherete la chance che premierà i vostri sforzi, i vostri sacrifici. Una chance che varrà una medaglia olimpica. Una chance che varrà una carriera. Una chance che vi potrebbe portare nella storia della nostra gloriosa federazione.

Non abbiate paura. Osate, osate ed osate ancora. Vi auguriamo tutto il coraggio possibile. Siate minuziosi e curate ogni aspetto della vostra competizione. Non dovrete lesinare nessuno sforzo. Dovrete essere concentrati e pronti. Siamo certi che sarà così.

Ed allora che Olimpiadi siano. Good Luck ragazzi!

Le Olimpiadi: che bellezza!“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136