QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Ponte di Legno, quale futuro per l’agricoltura montana? L’intervento e l’appello di Andrea Bezzi

domenica, 10 dicembre 2017

Ponte di Legno – Il futuro dell’agricoltura montana è stato discusso a Ponte di Legno (Brescia), in occasione del 2° Festival del Silter che si è tenuto nei giorni scorsi al Palazzetto dello Sport.

L’intervento del botanico Enzo Bona ha riproposto la questione della tutela dell’agricoltura montana, come le diverse aree della Valle Camonica dove insistono gli alpeggi e la produzione del formaggio Silter Dop. Per valorizzare la montagna, secondo gli esperti, occorre partire dalle stalle, dalla tutela delle aziende che già operano sul territorio e offrire opportunità ai giovani che si avvicinano alla montagna.

Il presidente del Consorzio Silter Dop, Andrea Bezzi (nel video) è intervenuto sulla questione e lanciato un messaggio chiaro: “Oggi l’agricoltura di montagna si sostiene lasciando spazio alle diverse attività agricole che possono tranquillamente convivere con lo sviluppo turistico“. Il rischio? “Se non ci sarà una valorizzazione delle attività – conclude Bezzi – c’è il pericolo del depauperamento con lo spopolamento e l’abbandono delle aree montane“.

VIDEO


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136