QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Ponte di Legno e Recco rinnovano il gemellaggio. Il programma degli eventi

venerdì, 23 marzo 2018

Ponte di Legno – Iniziano oggi le celebrazioni per il 62° gemellaggio tra Recco e Ponte di Legno. Una tradizione iniziata nel 1956 che si rinnova ogni domenica delle Palme. Il Comune di Ponte di Legno ha allestito un ricco programma: oggi, alle 9.30, alla scuola elementare si terrà l’incontro Recco-Pontedilegno con la partecipazione degli alunni e saranno consegnate le palme, mentre domani - sabato 24 marzo alle 17.30 in piazza XXVII Settembre è attesa la staffetta dei Podisti e Croce Verde di Recco e del Gruppo Sportivo dalignese. Alle 21 – al palazzetto dello Sport – serata del gemellaggio con intrattenimento musicale e l’assaggio della tipica focaccia ligure. L’evento è in collaborazione con il gruppo ANA di Ponte di Legno. Domenica 25 marzo – alle 10.30 – nell’atrio della scuola elementare ci sarà la benedizione delle Palme, la processione fino alla chiesa parrocchiale dove alle 11 sarà celebrata la Santa Messa.

Recco Ponte di Legno 2018

LA STORIA - Era l’anno 1956 quando iniziò il gemellaggio tra Recco e Ponte di Legno e i rapporti si sono intensificati nel corso dei decenni, con uno scambio di auguri a Natale in riva al mare e l’evento della domenica delle Palme in Alta Valle Camonica. Alla Viglia di Natale del 1956 ci fu un primo scambio di doni significativi. Ponte di Legno fece giungere a Recco un grande abete che fu eretto nella piazza antistante il palazzo del comune che doveva ancora attendere un assetto definitivo. Altri piccoli abeti vennero donati alle scuole.

Recco, da parte sua, alla viglia della Pasqua, ricambiò con l’omaggio delle palme, finemente intrecciate, secondo la tradizione ligure. L’abete tipico albero della montagna, legato alle tradizione natalizia, le palme, dono della natura alla Riviera Ligure e legate ai riti pasquali divennero i simboli ed i veri ambasciatori di un richiamo di pace fra due popolazioni che avevano sofferto le medesime pene nel corso di due diverse guerre. Il 27 settembre del 1917 Ponte di Legno fu distrutta da proiettili incendiari scaricata dagli austriaci da tre posizioni fortificate.

Purtroppo non c’erano mezzi adeguati per affrontare l’incendio di molte abitazioni e nel giro di poche ore il paese venne bruciato. Nella seconda guerra mondiale a Recco accadde la stessa cosa con una piccola variante: la distruzione venne dal mare con un cannoneggiamento navale. Recco e Ponte di Legno dovettero affrontare negli anni del dopoguerra un’imponente opera di ricostruzione e in questo weekend si rinnova il gemellaggio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136