Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Ponte di Legno, all’azienda Bezzi marchiate 300 forme di Silter Dop

venerdì, 9 febbraio 2018

Ponte di Legno – Arriveranno sulle tavole nelle prossime settimane le 30o forme di formaggio Silter Dop dell’azienda agricola Bezzi che sono state recentemente marchiate, secondo la procedura prevista dal disciplinare ministeriale.

Ponte di Legno Silter 20

Si tratta di un passaggio importante – come evidenziato dal titolare Andrea Bezzi – prima di essere messe vendita e arrivare sulle tavole. La lavorazione del formaggio Silter Dop, appena marchiato, è iniziata tra settembre 2016 e giugno 2017 e, conclusa la stagionatura, l’azienda agricola è passata alla marchiatura.

Il direttore del Consorzio Silter Dop, Oliviero Sisti (a destra nella foto con accanto Andrea Bezzi) ha raggiunto Ponte di Legno e all’azienda agricola Bezzi è stata effettuata la certificazione con tassellatura, verifica sapore, peso e dimensioni di ogni singola forma di Silter Dop, quindi è stata effettuata la marchiatura a fuoco da parte del titolare dell’azienda agricola, secondo il disciplinare approvato dal Ministero.

“Su ogni forma di formaggio viene impresso il marchio a fuoco con il simbolo Silter Dop – spiega Andrea Bezzi, titolare dell’azienda agricola di Ponte di Legno e presidente del Consorzio Silter Dop  -. In questo modo viene garantito il prodotto finale e il formaggio può essere messo sul mercato”.

“La nostra attività – aggiunge Bezzi – è stata riconosciuta ufficialmente due anni fa: tutti gli operatori seguono il disciplinare previsto dal Ministero, quindi con la marchiatura il direttore certifica il prodotto finale e così è garantita la qualità del formaggio che arriva al consumatore”.

Il Consorzio Silter Dop sta crescendo: mediamente vengono prodotte 6.500 forme di formaggio l’anno per far fronte ad una domanda che esce dai confini della Valle Camonica e del Sebino e che coinvolge locali e ristoranti di importanti città, partendo da Brescia e Milano.

Ponte di Legno marchiatura Silter 010

Negli ultimi mesi due aziende agricole del territorio camuno sono entrate a far parte del Consorzio, con sede a Breno, che è il punto di riferimento per gli operatori e le aziende agricole che producono Silter Dop.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136