Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Piancamuno: i carabinieri hanno arrestato due fratelli. Accusati di furto di fucili e gabbie per volatili

domenica, 16 novembre 2014

Breno – I carabinieri della Compagnia dei carabinieri di Breno, guidati dal capitano Salvatore Malvaso, hanno arrestato due fratelli. Durante la notte di venerdì, i carabinieri della stazione di Artogne, a conclusione di un’attività investigativa, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, in Piancamuno (Brescia)  G.Z., 20 enne e D.Z., 28 enne, entrambi italiani residenti in luogo, per detenzione illegale di armi e di munizionamento in concorso.

I predetti a seguito di una perquisizione domicilDSCN0303-1200iare venivano trovati in possesso di 3 fucili da caccia e svariato munizionamento, reti per la cattura di volatili e 11 gabbie con all’interno uccelli da richiamo.

Il materiale recuperato risultava essere di provenienza furtiva, asportata nel corso della notte del 24 ottobre scorso in un’abitazione di Pisogne. Armi, munizioni e le reti, sono state poste sotto sequestro, mentre i volatili sono stati affidati in custodia alla parte offesa del furto. Gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Brescia.  Il Gip ha convalidato l’arresto e disposto la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136