Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Niardo, la Polizia Provinciale scopre bracconiere. Denunciato

mercoledì, 3 agosto 2016

Niardo – Bracconiere denunciato dalla Polizia Provinciale di Brescia. Gli agenti hanno notato a distanza l’abbattimento di un camoscio da parte di un bracconiere nella zona sopra Niardo (Brescia). Con un cannocchiale avevano osservato il bracconiere smontare l’astina in legno e la croce dalla canna, togliere la canna dalla bascula, staccando un silenziatore e l’ottica.  Il fucile era servito per abbattere un camoscio.

Polizia provinciale

Gli agenti della Polizia Provinciale lo hanno raggiunto e scoperto il fucile smontato. L’arma era illegale, priva di matricola e dei punzoni di legge. Al bracconiere è stato contestato il reato dell’abbattimento del camoscio in periodo di divieto di caccia. Il camoscio abbattuto dal bracconiere è poi stato recuperato a poche decine di metri e la carcassa è stata sottoposta a sequestro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136