Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Monno, l’antica tradizione dei 18enni sul campanile a suonare “Su su pastori”

sabato, 24 dicembre 2016

Monno – Un’antica tradizione si rinnova nel paese dell’Alta Valle Camonica. Questa sera il Mastro Campanaro con i cinque diciottenni del 2016 di Monno (Brescia), salirà sul campanile della chiesa parrocchiale e suonerà una melodia natalizia con i battacchi del campanile. Germano Melotti, l’ideatore dell’iniziativa, ricorda che è una delle tradizioni più antiche, non solo della Valle Camonica. Secondo gli organizzatori è un rito di iniziazione: infatti i giovani appena maggiorenni o che nell’anno hanno compiuto il diciottesimo anno salgono sul campanile nella notte di Natale per una festa unica nel suo genere. Tradizioni Monno

Alle 20.30 i giovani diciottenni si recano sul campanile a cantare una nenia antica chiamata “Su su pastori” inframezzandola col suono dell’allegrezza. Ognuno dei cinque diciottenni prenderà i battacchi del campanile e comporrà una musica che risuonerà anche in valle.

I diciottenni che hanno festeggiato negli ultimi anni, commentano così: “Stupenda esperienza, salire sul campanile è una grande emozione, specie nella notte di Natale”. (nella foto a lato i diciottenni che hanno partecipato a una precedente iniziativa della vigilia di Natale) .


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136