Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Monno, al Mortirolo trovato privo di vita cercatore di funghi

sabato, 19 settembre 2020

Monno – E’ stato ritrovato privo di vita Giacomo Mazzucchelli, 60 anni, il cercatore di funghi di Sale Marasino (Brescia) che non ha fatto rientro ieri dopo una giornata trascorsa nei boschi del Mortirolo alla ricerca dei prelibati porcini. E’ stato individuato nel pomeriggio in un dirupo in Valle Varadega da un squadra composta da Soccorso Alpino della Delegazione Bresciana, vigili del fuoco del distaccamento di Edolo e Protezione Civile.

Vigilio del fuoco -Soccorso Alpino bresciano ricerche

L’allarme era stato lanciato da un amico che era con lui e le ricerche sono cominciate subito con sul posto i tecnici della V Delegazione Bresciana del Soccorso alpino, con i tecnici e l’unità cinofila di ricerca in superficie, il Sagf – Soccorso alpino Guardia di finanza, i vigili del fuoco del distaccamento di Edolo e i gruppi di Protezione civile e i carabinieri di Vezza d’Oglio. Nella giornata di ieri hanno sorvolato la zona l’elisoccorso di Areu (Azienda regionale emergenza urgenza) di Sondrio e l’elicottero dei Vigili del fuoco. Le ricerche sono andate avanti per ore, anche di notte.

Oggi sono riprese le ricerche con due elicotteri (il primo dei vigili del fuoco del comando di di Bologna e il secondo del Saf – Speleo Alpino fluviale di Bergamo) e i droni, e si sono concluse con la tragica scoperta e una nuova vittima tra i cercatori di funghi. Giacomo Mazzucchelli, molto conosciuto sul Sebino, è stato trovato privo di vita a circa un chilometro dal parcheggio nella zona dell’albergo Belvedere dove si era dato appuntamento con l’amico.Elicottero Vigili del fuoco - Soccorso Alpino



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136