Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Malonno, in arrivo nuove telecamere. Il sindaco Ghirardi: “Piano sicurezza”

venerdì, 8 marzo 2019

Malonno – La sicurezza è una delle priorità dell’Amministrazione comunale di Malonno (Brescia), guidata dal sindaco Giovanni Ghirardi. Grazie ai fondi concessi da Regione Lombardia saranno installate nuove telecamere in punti strategici, di accesso al paese camuno. Il primo cittadino di Malonno traccia un quadro sulle zone dove saranno installate: “Oltre alla Statale 42 dove è già presente una telecamera con controllo targhe – spiega Giovanni Ghirardi – saranno installate telecamere in zone nevralgiche del paese, passaggio obbligato per le auto”. In passato sono state installate 3 telecamere nei pressi della scuola elementare, 5 nei pressi delle scuole medie/palestra, 1 all’entrata del cimitero di Malonno. A breve altre 4 saranno installate a Malonno, di cui tre con funzione di videosorveglianza e una per controllo targhe.

Malonno 2Il progetto sicurezza interessa i cinque paesi dell’Unione dei Comuni delle Alpi Orobie, oltre a Malonno, Paisco Loveno, Edolo, Sonico e Corteno Golgi, costa attorno ai 75 mila euro, di cui 56 mila euro stanziati da Regione Lombardia, il resto vede la compartecipazione dei Comuni. L’installazione di impianti di videosorveglianza consentirà ai cinque paesi della Valle Camonica di garantire più sicurezza ai cittadini.

“Da parte nostra – conclude Giovanni Ghirardi – c’è grande attenzione al tema della sicurezza, a quello della prevenzione dei fenomeni di disagio sociale, degrado urbano ed inciviltà. Il potenziamento del sistema di videosorveglianza costituisce un freno ai fenomeni di furti, ma anche a danneggiamenti, per questo nella mappatura delle nuove installazioni abbiamo inserito 2 incroci strategici”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136