Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Lozio, la querelle fra le cooperative Vallecamonica Solidale e Margherita davanti al giudice il 28 dicembre

giovedì, 15 dicembre 2016

Lozio – La querelle fra le cooperative Vallecamonica Solidale di Pisogne e Margherita di Lovere sarà risolto molto probabilmente nell’udienza del 28 dicembre. Il giudice Elisabetta Sanpaolesi ha autorizzato la cooperativa Margherita a continuare a dare esecuzione ai contratti di appalto conclusi con la cooperativa Vallecamonica Solidale e ordinato a Vallecamonica Solidale di non frapporre ostacoli all’esecuzione di contratti di appalto.tribunale Brescia

Dal canto suo la cooperativa Valle Camonica Solidale, che ha la titolarità dei contratti con le due strutture socio sanitarie camune, ha deciso di rescindere il contratto con la Margherita di Lovere. Subentrerà la cooperativa Rosa Camuna Alta Valle. La cooperativa Margherita ha fatto ricorso e ottenuto una sospensiva, in attesa del pronunciamento del giudice il 28 dicembre. A rischio 51 lavoratrici: 30 impegnate a Lozio e 21 a Pisogne. I rappresentanti sindacali sono preoccupati che nella querelle tra cooperative a pagare il prezzo più alto siano i lavoratori.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136