Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Losine, dalla Rocca dei Vignali i nuovi vini Impronte e Patrius

domenica, 30 ottobre 2016

Losine – Due nuovi vini alla Rocca dei Vignali: Patrius e Impronte si aggiungono al Cammunorum, Baldamì e Assolo. Il presidente della Cantina, Gianluigi Bontempi, ha sottolineato durante la presentazione dei due nuovi vini gli obiettivi con la sperimentazione di nuove coltivazioni e processi, ricercando vini di qualità con attenzione alla sostenibilità. Negli ultimi anni la produzione di Rocche dei Vignali, che conta 18 soci, è cresciuta e nella 2016 salita ha raggiunto le 30 mila bottiglie.rocche-vignali

L’Igt Valle Camonica ha ideato i due nuovi vini con tecniche particolari. Il merlot Patrius è una sfida per la cantina: ripropone i metodi di vinificazione dagli antenati e da qui il nome Patrius. Invece Impronte è realizzato con uve Rebo, dall’incrocio tra merlot e teroldego, mantenendo la caratteristiche del vitigno originario ma con l’impronta del territorio camuno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136