Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Elezioni Regionali 2018 in Lombardia: candidati e modalità di voto

sabato, 3 marzo 2018

Milano – Election day, domani si vota per scegliere il nuovo Parlamento, e in Lombardia verranno eletti il nuovo presidente della Regione e il nuovo consiglio del Pirellone, composto da 79 consiglieri (più il Governatore). I cittadini lombardi, quindi, al seggio riceveranno tre schede, Camera (rosa), Senato (gialla) e appunto Regione (verde). I sistemi elettorali delle politiche e delle regionali sono diversi, quindi bisognerà fare attenzione al colore della scheda, per non sbagliarsi. Sono oltre 7,8 milioni gli elettori lombardi chiamati alle urne, domani dalle 7 alle 23. Lo scrutinio dei voti delle Regionali inizierà lunedì 5 marzo alle 14.

CANDIDATI PRESIDENTI. Sono 7, appoggiati – in totale – da 19 liste e 1556 candidati consiglieri. Ecco i nomi nell’ordine in cui compaiono sulla scheda elettorale. Dario Violi, candidato del Movimento 5 Stelle; Onorio Rosati, candidato di Liberi e uguali; Giorgio Gori, appoggiato da Insieme per Gori, Gori presidente, Lombardia progressista, +Europa, Obiettivo Lombardia per le autonomie, Civica popolare, Pd; Angela De Rosa, candidata di CasaPound; Giulio Arrighini, candidato di Grande Nord; Massimo Gatti, di Sinistra per la Lombardia; Attilio Fontana, appoggiato da Forza Italia, Pensionati, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Energie per la Lombardia, Lega, Fontana presidente. Sono 1556 i candidati che concorrono per i seggi di consigliere regionale. La regione è stata divisa in circoscrizioni provinciali con i seguenti seggi: 9 Bergamo; 10 Brescia; 5 Como; 3 Cremona; 3 Lecco; 2 Lodi; 3 Mantova;  25 Milano; 7 Monza e della Brianza; 4 Pavia; 1 Sondrio; 7 Varese, Gli altri due seggi andranno al candidato presidente vincitore e al primo dei perdenti (a lato la scheda elettorale della circoscrizione di Brescia, clicca sull’immagine per ingrandire).  

Regionali - Circoscrizione BresciaCOME SI VOTA - A tutti gli elettori che hanno compiuto 18 anni verrà consegnata una scheda di colore verde. Sulla scheda troveranno i nomi dei 7 candidati governatori con accanto le liste a loro collegate. Si può tracciare una sola croce sul nome del candidato governatore scelto: in questo caso il voto va solo a lui, e non alle liste collegate. Oppure si può mettere anche una croce sul simbolo di un partito o di un movimento, e in questo caso il voto andrà anche direttamente a quella lista. Terza opzione: si può barrare soltanto il simbolo di una lista: in quel caso il voto andrà automaticamente anche al candidato governatore ad essa collegato.

POSSIBILITA’ VOTO DISGIUNTO - Per le elezioni regionali si può anche scegliere di votare il candidato governatore di uno schieramento e un partito o un movimento di un altro schieramento. Per fare un esempio: si può scegliere di votare il candidato governatore del centrodestra, tracciando una croce sul suo nome, e una lista di centrosinistra, tracciando una seconda croce sul simbolo di quella lista. Una regola che vale solo per le elezioni regionali, non per le politiche. In ogni provincia i partiti e i movimenti hanno presentato una propria lista di nomi di candidati consiglieri.

LE PREFERENZE - Oltre a tracciare un segno sui simboli del candidato governatore e delle liste già scritti sulla scheda, gli elettori possono anche esprimere fino a due preferenze per i consiglieri nelle liste. Accanto ai simboli, quindi, occorre scrivere per esteso il cognome e nome (o anche solo il cognome) del candidato consigliere che si vuole votare. Ma attenzione: vale la regola che se si esprimono due preferenze, devono essere necessariamente di un uomo e di una donna (o di una donna e un uomo) per garantire la rappresentanza di genere. Se sulla scheda saranno indicati due nomi di uomini o due di donne, sarà annullata. Si può anche scegliere di esprimere una sola preferenza (a lato la scheda della circoscrizione di Sondrio, clicca sull’immagine per ingrandirla).

Regionali - Circoscrizione - SondrioTESSERA ELETTORALE – Nel proprio comune di residenza, nel seggio indicato sulla tessera elettorale. Bisogna portare un documento di identità valido e la tessera elettorale. Per chi ha la tessera da rinnovare (perchè l’ha persa o non ci sono più spazi disponibili), i comuni mettono a disposizione il servizio anagrafe.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136