Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Idroelettrico, Caparini: “La montagna subisce troppo, bisogna garantire ruolo attivo al territorio”

domenica, 6 dicembre 2015

Esine – L’onorevole Davide Caparini (Lega Nord) primo firmatario dell’emendamento alla legge di stabilità in discussione alla Camera dei Deputati propone l’attribuzione delle Grandi concessioni idroelettriche a società a partecipazione mista pubblica e privata, con lo scopo di incrementare le risorse a disposizione degli Enti Locali da destinare ad interventi di messa in sicurezza del proprio territorio e contro il dissesto idrogeologico.caparini 1

I territori montanievidenzia Caparini - da anni sono costretti ad accettare la presenza di impianti invasivi e a subire lo sfruttamento della propria risorsa idrica, una delle pochissime risorse disponibili in tali territori interni e svantaggiati. L’istituzione di un partenariato pubblico privato per la gestione della grande derivazione d’acqua a scopo idroelettrico garantirebbe un ruolo attivo del territorio nella gestione delle proprie risorse, attribuendo una giusta compensazione economica ed energetica al territorio stesso”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136