Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


I carabinieri arrestano pusher marocchino nel Bresciano

sabato, 16 dicembre 2017

Brescia – Sorpreso con 160 grammi di cocaina, si getta in una scarpata per tentare di scappare. I carabinieri arrestano un pusher marocchino. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brescia, dopo diversi servizi di osservazione a distanza, hanno tratto in arresto a Mazzano un pusher marocchino trentacinquenne, censurato, per spaccio di stupefacenti.cof

Dopo averlo pedinato per alcune ore, i carabinieri lo hanno sorpreso mentre, all’esterno di un bar, ha ceduto 7 dosi di cocaina ad un connazionale, successivamente denunciato anch’egli per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Il pusher, una volta bloccato è stato sottoposto a perquisizione personale; inoltre in un nascondiglio notato poco prima dai Carabinieri, sono stati rinvenuti altri due involucri contenenti complessivamente 160 grammi di cocaina e 450 euro in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività illecita. Vistosi ormai “incastrato”, il pusher ha spinto con violenza a terra il militare che lo stava sorvegliando e, con un gesto repentino, si è dato alla fuga in una scarpata, ma è stato prontamente bloccato dopo pochi metri di inseguimento.

Dopo le formalità di rito, il trentacinquenne è stato associato presso la casa circondariale “Nerio Fischione” di Brescia con le accuse di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti nonché di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Arresto convalidato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136