Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Ex Selca di Berzo Demo, il Gup si pronuncerà il 24 ottobre

giovedì, 14 giugno 2018

Berzo Demo – Il Comune di Berzo Demo si è costituito parte civile nel nuovo filone dell’indagine sull’ex Selca. L’avvocato Francesco Menini, per conto del Comune di Berzo Demo (Brescia) ha presentato al Gup la voluminosa documentazione. Ora si attende la prossima udienza – fissata per il 24 ottobre – quando il Gup del tribunale di Brescia si pronuncerà su un eventuale rinvio a giudizio di cinque persone, tra cui l’ex proprietario, gli ex amministratori e il curatore della Selca di Berzo Demo (Brescia).

selca10

Il Gup del tribunale di Brescia deve decidere sulla base della documentazione depositata. Sono indagati per presunti illeciti ambientali e di smaltimento di rifiuti Flavio Bettoni, Michele Carta Mantiglia, gli amministratori che si sono alternati dal 2010 nell’azienda di Forno Allione, Piergiorgio Bosio ed Ettore Vacchina e il curatore fallimentare Giacomo Ducoli. Quest’ultimo deve rispondere anche dell’accusa di inquinamento e di ostacolo all’attività di vigilanza ambientale.

Il sindaco di Berzo Demo, GiamBattista Bernardi, ribadisce: “Chi inquina deve pagare”. E per questo il Comune di Berzo Demo, come nei precedenti processi dove i titolari erano stati assolti, si è costituito parte civile. Il difensore di Flavio Bettoni ha depositato una memoria e chiesto l’archiviazione del procedimento giudiziario perché l’ex titolare è già stato processato e assolto per la medesima accusa. L’udienza davanti al Gup è stata aggiornata al 24 ottobre.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136