Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Esine, confronto tra sindacati e Asst Valcamonica sul futuro della sanità

mercoledì, 7 marzo 2018

Esine – Servono risorse e soprattutto personale per la sanità camuna. La situazione di empasse rimarrà per altri mesi. L’incontro tra sindacati (FPCGIL Valle Camonica e Sebino, CISL FP Brescia e Valle Camonica e UILFLP Brescia) e direzione dell’Asst Valcamonica è servito per affrontare la questione finanziamenti. La direzione dell’Asst Valcamonica ha comunicato che Regione Lombardia non ha modificato i criteri di finanziamento, quindi non ci saranno risorse economiche aggiuntive per coprire il costo del fabbisogno di personale negli ospedali di Esine ed Edolo.

esine

L’ipotesi di assumere nuovo personale resta al palo perché non arriverà il milione di euro in più chiesto da Asst Valcamonica per potenziare i servizi. Si dovrà attendere almeno un paio di mesi. Regione Lombardia ha comunicato alla direzione di Asst Valcamonica che una prima verifica delle situazioni economiche delle Aziende sanitarie è prevista dopo l’avvio della nuova legislatura, quindi tra fine aprile e maggio.

Nel frattempo le organizzazioni sindacali hanno chiesto alla direzione di Asst Valcamonica di non attivare nuovi servizi e di prevedere una razionalizzazione dei servizi in base al personale disponibile.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136