Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Edolo, Sonico e Malonno danno battaglia sul depuratore consortile: “Opera fondamentale per l’intera Valle Camonica”

giovedì, 26 novembre 2015

Edolo –  Il depuratore consortile fa ancora discutere, mancano ancora sei milioni per avviare l’opera, ma i tre Comuni di Edolo, Sonico e Malonno intendono avviare il primo lotto funzionale.

Il progetto è seguito dal sindaco di Sonico, Giovan Battista Pasquini, ingegnere, e a breve saranno le Giunte dei tre Comuni ad esprimersi. L’Ente capofila è il Comune di Edolo, mentre l’opera sarà sul territorio di Malonno “Il depuratore – sostengono Luca Masneri, Giovan Battista Pasquini e Stefano Gelmi, sindaci rispettivamente di Edolo, Sonico e Malonno – è fondamentale non solo per le nostre tre realtà, ma per l’intera valle”.

“Da anni – aggiunge Stefano Gelmi – parliamo di inquinamento del fiume Oglio e del lago d’Iseo e non ci accorgiamo che l’intervento deve essere effettuato a monte, altrimenti l’inquinamento è a caduta sui territori a valle”.fiume piena Edolo

La battaglia dei tre sindaci è ora quella di avere le risorse necessarie per realizzare l’intera opera, hanno a disposizione 5 milioni su un totale di 11 milioni previsti.

In tal senso i tre sindaci hanno presentato una mozione in Comunità Montana Vallecamonica e al Bim, chiedendo pari dignità con altri territori della Valle. Il riferimento è al prestito concesso dagli stessi enti consortili al Comune di Saviore per pagare il mutuo acceso per costruire la centralina idroelettrica. I sindaci di Edolo, Malonno e Sonico hanno chiesto a Bim e Comunità Montana lo stesso trattamento.

“Qui – conclude Gelmi – si deve ragionare in un’ottica lungimirante guardare in faccia alla realtà e capire l’importanza dell’opera per l’intera Valle Camonica”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136