Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Edolo, Silvana Nana nominata nel Cda della Fondazione “Giamboni”

domenica, 11 marzo 2018

Edolo – Silvana Nana è stata nominata nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione “Giamboni” di Edolo (Brescia). La nomina è stata firmata dal sindaco di Edolo, Luca Masneri, dopo aver chiesto ai capigruppo di maggioranza e minoranza proposte su eventuali nomi e figure che potessero ricoprire l’importante incarico.

Il posto nel Consiglio di Amministrazione della Rsa era vacante da circa un anno e dopo aver sentito i due gruppi politici, la scelta del sindaco Luca Masneri è stata per Silvana Nana, che ricopre l’incarico di consigliere di minoranza, oltre ad avere un lungo percorso politico sia nelle precedenti che nell’attuale Amministrazione e soprattutto un importante curriculum professionale.

Luca Masneri

Il primo cittadino di Edolo ha quindi chiesto la disponibilità a Silvana Nana che ha accolto la proposta per un ruolo nel Consiglio di Amministrazione della Rsa “Giamboni”. E’ stata quindi nominata nel Cda della Giamboni per il Comune di Edolo.

E’ una scelta di alto profilo, ha una grande passione politica, equilibrio e soprattutto la sua professionalità sarà certamente utile alla RSA Giamboni“, è il commento del sindaco Luca Masneri (nella foto a lato). Pur non essendo incompatibile il doppio ruolo di consigliere comunale di minoranza e di rappresentante nel Cda della “Giamboni”, Silvana Lucia Nana (nella foto sotto) ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale e nella prossima seduta consiliare ci sarà la surroga con il primo dei non eletti.

Silvana Lucia Nana

La RSA “Giamboni”, dopo anni di difficoltà, è in una fase di rilancio e recentemente ha avuto un importante lascito da parte di Marita Carestia, morta lo scorso dicembre. Il lascito è di 3 milioni e mezzo di euro.

Come preannunciato, Marita Carestia ha donato quasi tutto il suo patrimonio in beneficenza (oltre alla Rsa Giamboni, un milione per la ricerca sulla sclerosi multipla e mezzo milione alla cooperativa “Il Cardo” di Edolo) per ringraziare la comunità edolese che aveva accolto suo padre, caduto sul campo mentre combatteva nel reggimento V alpini di Edolo e per onorare la memoria del nonno, Giovan Battista Tognali, avvocato e già sindaco e commissario di Edolo e Mù.

L’Amministrazione comunale di Edolo ha in stampa un libro sulla figura di Giovan Battista Tognali, curata anche dallo storico Antonio Perini, ed ha già deciso di intitolargli piazza Garibaldi. La cerimonia si terrà al termine dei lavori di riqualificazione della piazza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136