Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Edolo: malfunzionamento di camini e caldaie e primi interventi dei vigili del fuoco. Le regole

giovedì, 20 novembre 2014

Edolo –  Allarme per il malfunzionamento di caldaie e camini. Con l’arrivo del freddo spuntano alcuni problemi e si registrano i primi interventi dei vigili del fuoco. In particolare il distaccamento di Edolo è intervenuto per un incendio camino nella località camuna e fortunatamente grazie al tempestivo intervento della squadra i danni sono stati limitati.

L’invito che giunge da esperti e vigili del fuoco è di controllare camini, caldaie e di compiere periodiche verifiche. L’obiettivo è avere un corretto funzionamento. Agli effetti della regolare manutenzione degli impianti termiVigili del fuococi al fine della conseguente prevenzione degli incendi e delle intossicazioni da monossido di carbonio, è fondamentale il controllo e spazzatura di tutti gli impianti termici in esercizio, degli impianti termici o porzione di essi (solo camino), dichiarati inattivi ed effettuare la pulizia.

Per quanto riguarda le caldaie il 15 ottobre è entrato in vigore il nuovo libretto d’impianto, che, rispetto ai precedenti controlli previsti per legge dal D.P.R. 74/13, prevede due grandi novità: la prima è che nel libretto verranno registrati tutti gli impianti presenti nelle abitazioni degli italiani: non più solo caldaie e sistemi di riscaldamento. La seconda è che, accanto all’efficienza degli impianti, questa nuova disposizione prevede una diagnosi completa che ne andrà a verificare sicurezza, salubrità e igiene.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136