Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Edolo, gli scatti delle Forze armate protagonisti nella mostra “Sguardi di Pace” alla Base Logistica

giovedì, 12 luglio 2018

Edolo – La Base Logistica dell’Esercito a Edolo ospita la mostra “Sguardi di Pace Guardiani di Pace. Viaggio in Afghanistan al seguito delle Forze armate Italiane – Cuore Tricolore: progetto speciale Impronta Camuna”. Inaugurata nel weekend culminato dall’intitolazione Adamello come Vetta Sacra alla Patria, fino al 15 settembre l’esposizione di Milla Prandelli (vincitore Premio Sodalitas) sarà visitabile dalle 10 alle 22 (suonare il campanello per entrare). La mostra si compone di circa 100 fotografie in bianco e nero in formati diversi e di 22 immagini a colori di grandi dimensioni.

mostra2MOSTRA
È stata esposta a Brescia, Capriolo, Sarnico, Varese e Saronno, in formato ridotto a Palazzo Martinengo a Brescia nella sola parte che riguarda la brigata Julia, a Paratico, Iseo, Palazzolo sull’Oglio, Sovere, Cedegolo, Castenedolo, Mairano, Milano (circolo ufficiali Caserma Santa Barbara) e altri centri del bresciano e del bergamasco. Gli scatti di “Sguardi di pace. Guardiani di Pace. Viaggio in Afhanistan al seguito delle Forze Armate Italiane” raccontano dell’esperienza in teatro operativo fatta dalla giornalista e fotografa bresciana, che con il suo lavoro ha voluto raccontare lo spirito degli uomini e donne che fanno parte delle Forze Armate Italiane al completo e quindi di Esercito Italiano, Marina Militare, Aeronautica e Carabinieri. Le immagini, che sono volutamente non “combat”, rappresentano il lavoro di sostegno da parte delle Forze Armate alle popolazione afghana. Il reportage fotografico “Sguardi di Pace. Guardiani di Pace. Viaggio in Afghanistan al seguito delle Forze Armate Italiane” è della giornalista de “Il Giorno” Milla Prandelli.

forzeLe fotografie di Milla Prandelli rendono particolarmente omaggio al lavoro degli italiani. Speciale il rapporto tra il giornalismo e la presenza militare in Afghanistan: la fotografa, per realizzare il volume, ha utilizzato il materiale fotografico che ha raccolto in Afghanistan, dove è al seguito dei militari italiani 2008 del corso organizzato con la Fnsi, con ringraziamento al Generale di Brigata Massimo Fogari già Capo Ufficio Pubblica Informazione Stato Maggiore della Difesa.

All’inaugurazione hanno preso parte, tra gli altri, il Prefetto di Brescia Annunziato Vardè, il presidente del comitato promotore dell’evento Adamello Vetta Sacra della patria, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, già Capo di Stato Maggiore della Difesa, il generale Marcello Bellacicco, vicecomandante delle Truppe Alpine, il colonnello Mario Bisica, capo ufficio Cerimoniale delle Truppe Alpine, il tenente colonnello Leonardo Muciacciaro, comandante della base logistica di Edolo, il tenente colonnello Stefano Bertinotti, responsabile ufficio pubblica informazione delle truppe alpine, il sindaco di Edolo, Luca Masneri, il Gruppo Alpini di Edolo col presidente Egidio Masneri, il maggiore Giorgio Gatelli con la moglie Antonella e il figlio Oscar, il segretario dell’Ana di Brescia, Piero Cravotti, e Pina de Benedictis, responsabile della segreteria del direttore de Il Giorno.

taglioMilla Prandelli ha ringraziato l’ufficio Pubblica informazione dello Stato Maggiore della Difesa e Sandro Neri, direttore de Il Giorno: “Raccontare il lavoro delle quattro Forze Armate Italiane in Patria e all’estero è per me un onore e un dovere. Questi uomini e queste donne svolgono un lavoro fondamentale a servizio della nazione e dei nostri fratelli in difficoltà, in missioni e operazioni che sono di pace. La loro presenza nei teatri operativi è fondamentale, perchè garantisce alla popolazioni locali un processo di crescita altrimenti inattuabile”.

mostraUn ringraziamento da Milla Prandelli e dal presidente di Impronta Camuna, Roberto Bontempi, è andato anche all’Esercito Italiano e al colonnello Leonardo Muciacciaro per l’ospitalità.

MILLA PRANDELLI
Milla Prandelli è giornalista professionista iscritta all’albo regionale della Lombardia. Lavora al quotidiano “Il Giorno” per cui si occupa delle corrispondenze e della cronaca da Brescia e provincia. Ha collaborato con diverse testate italiane, tra cui Diva e Donna e Tgcom, per cui ha scritto corrispondenze dall’Afghanistan. Recentemente ha intrapreso anche la professione di fotoreporter. Il suo primo reportage “Sguardi di Pace. Guardiani di Pace. Viaggio in Afghanistan al seguito delle Forze Armate italiane” ha vinto il premio “Sodalitas per il sociale” nella categoria “fotografia”. Ha presentato il secondo “Cuore Tricolore – progetto Speciale Impronta Camuna”. Appassionata di cultura e tradizioni dei popoli, si interessa anche di storia bellica, cucina e enologia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136