Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Statale 42 del Tonale e Sp 6 chiuse a Edolo e Cedegolo. Alta Valle Camonica isolata

martedì, 30 ottobre 2018

Edolo – Alta Valle Camonica rimasta isolata, statale 42 del Tonale chiusa per ore all’altezza di Edolo (Brescia) per la caduta di alberi in diversi tratti, statale 39 off limits alle auto da Corteno Golgi in direzione di Aprica, isolati Paisco e la frazione Vico di Edolo. Chiusa anche la Sp 6 da Cedegolo a Valle di Saviore. Qui l’aggiornamento sulla riapertura di Statali 39 e 42.

Il sindaco di Edolo, Luca Masneri, ha firmato un’ordinanza per l’evacuazione di una fabbrica e la chiusura delle strade. L’invito lanciato già nel tardo pomeriggio di ieri è evitare di mettersi in viaggio finchè la situazione non sia tornata alla normalità. Gran lavoro dei vigili del fuoco di tutta la Valle Camonica, dei distaccamenti di Ponte di Legno, Vezza d’Oglio, Edolo, Breno e Darfo Boario, e, per far fronte all’emergenza, oggi sono stati raddoppiati i turni di servizio.

Le previsioni meteo suggeriscono un miglioramento nella giornata odierna, poi un nuovo fronte perturbato dovrebbe tornare sul Nord Italia da domani sera per coinvolgerlo nel Ponte di Ognissanti.

maltempo

Una tromba d’aria e il forte vento hanno scoperchiato tetti a Cevo e a Forno Allione, caduti sassi e alberi sulla statale 42 tra Edolo e Malonno e a Ponte di Legno. I vigili del fuoco del distaccamento di Edolo hanno tenuto sotto controllo l’Ogliolo all’altezza del ponte di Faeto tutta la notte e sul posto sono presenti carabinieri, tecnici del Comune e volontari di Protezione Civile di Edolo. Il sindaco Luca Masneri ha effettuato sopralluoghi nelle zone con maggior criticità.

I distaccamenti di Ponte di Legno e Vezza d’Oglio stanno lavorando sulla statale 42 del Tonale per caduta alberi e sassi, mentre i vigili del fuoco di Breno e Darfo Boario sono su corsi d’acqua a rischio esondazione e allagamenti.

Dopo le piogge intensissime raffiche violente di vento in tutta la Valle Camonica, con numerose le interruzioni nell’erogazione dell’energia elettrica. A Capo di Ponte, a causa del vento, diverse piante sono finite sulla ferrovia, strade comunali e provinciali, alla Riva Acciai di Cerveno la copertura di un capannone è stata scoperchiata. A Nadro è esondato il torrente Figna vicino alla ferrovia e sulla ex statale 42 al bivio per Ono San Pietro, a causa di un albero finito nel torrente in piena. L’Oglio ha allagato alcune case nella partte bassa di Breno e a Bienno, mentre è chiusa per caduta di alberi la strada che sale a Campolaro, isolando i gestori dei rifugi, gli agricoltori e i residenti. A Esine è stata chiusa l’intercomunale che dalla Sacca porta a Darfo per una colata di fango.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136