Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Edolo: al Meneghini tre progetti innovativi per gli studenti

venerdì, 16 marzo 2018

Edolo – L’istituto “Meneghini” di Edolo (Brescia) è stato inserito in tre Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale – e i progetti saranno avviati a breve. Il direttore scolastico dell’istituto edolese, professoressa Raffaella Zanardini (nella foto), ha comunicato a studenti, docenti e famiglie l’inserimento nei tre progetti, evidenziando l’obiettivo “di diffondere la società della conoscenza nel mondo della scuola e l’adozione di approcci didattici innovativi”.

zanardini-edolo-1

L’azione che l’istituto Meneghini porterà avanti è su tre fronti differenti. Il primo prevede interventi infrastrutturali per l’innovazione tecnologica, laboratori di settore e per l’apprendimento delle competenze chiave con un finanziamento FSE di 19.997 euro, mentre il secondo, con 39.174 euro a disposizione del “Meneghini” punta su interventi per il successo scolastico degli studenti ed è articolato nei seguenti filoni: educazione motoria, sport e gioco didattico, con sport di squadra e in ambiente montano; orientamento post scolastico; laboratorio creativo e artigianale per la valorizzazione delle vocazioni territoriali; progetto genitori; potenziamento delle competenze di base (lingua italiana e abilità linguistiche).

Il terzo intervento è su due percorsi di alternanza scuola-lavoro: uno – 13.446 euro a disposizione – è sull’animatore ambientale nel contesto delle Alpi bresciano- bergamasche e l’altro – 46.625 euro – è sullo sviluppo della coltivazione europea di piante officinali nel contesto montano.

“Sono tre progetti di grande valore – spiega la professoressa Raffaella Zanardini – e in questi giorni sono stati attivati i bandi, che vedranno il coinvolgimento di studenti, docenti, genitori ed esperti che parteciperanno alle diverse fasi e del territorio”. La realizzazione del progetto prevede la collaborazione con aziende partner del territorio, in particolare con il Consorzio Forestale Minerario Valle Allione e dell’Associazione Naturalistica “Il Rododendro”, Unimont e altri Consorzi del territorio, che metteranno a disposizione di studenti spazi e strumenti, condivideranno competenze, avvieranno analisi di laboratorio per la rilevazione della qualità dei prodotti effettuate dagli studenti.

Nel progetto per lo sviluppo della coltivazione di piante officinali sono previste cinque settimane per gli studenti dell’indirizzo Forestale del “Meneghini” all’Università di Kiel, nella Germania settentrionale, dal 27 maggio al 23 giugno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136