Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Cevo: dopo la tragedia primo sopralluogo di un perito sull’area della Croce del Redentore

mercoledì, 30 aprile 2014

Cevo – Primo giorno di lavoro di un perito incaricato dalla Procura di effettuare accertamenti sulla tragedia di Cevo. Giovedì scorso si è spezzata la Croce del Redentore ed ha schiacciato Marco Gusmini, 21 anni di Lovere, che è morto sul colpo. Il perito incaricato dal pm Katy Bressanelli ha compiuto un primo sopralluogo nella zona dell’Androla e preso visione dell’area e ciò che è rimasto della croce di Job. L’inchiesta da quanto si è appreso sarà veloce, ora il pm valuterà le relazioni degli inquirenti e poi – dopo gli accertamenti dei periti (oltre a quello della Procura ci sarà almeno un altro per la famiglia della vittima) – sarà dissequestrata l’area. Da quanto si è appreso oggi la perizia più importante sarà sul materiale utilizzato per costruire la Croce  e gli interventi di mcevo tragedia2anutenzione eseguiti negli ultimi anni. La Procura di Brescia ha aperto un’inchiesta contro ignoti per omicidio colposo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136