Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Cevo: dissequestrata l’area della Croce di Job dove morì Marco Gusmini. Indagine alla fase conclusiva

venerdì, 10 luglio 2015

Cevo – La fase preliminare dell’inchiesta sulla tragedia alla croce di Enrico Job del 24 aprile 2014, quando per il crollo di una parte del manufatto morì il 21 enne di Lovere Marco Gusmini, è alle battute conclusive. Il magistrato inquirente Katy Bressanelli sta valutando se chiedere al Gup l’archiviazione dell’indagine o il rinvio a giudizio delle undici persone indagate per omicidio colposo. La decisione spetterà poi al giudice, sulla base anche delle perizie dell’accusa e della parte civile.

Intanto il magistrato ha disposto il dissequestro dell’area dove si trova un moncone della croce e delle rete metalliche, inviando una comunicazione al Comune di Cevo.  Dal weekend si potrà nuovamente visitare l’area e adcevo tragedia2esso l’Amministrazione guidata dal sindaco, Silvio Citroni. dovrà decidere l’eventuale intervento di ricostruzione e sistemazione dell’area.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136