Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Cevo, crollo della Croce: assolti monsignor Panteghini e don Chiapparini

giovedì, 22 febbraio 2018

Cevo - Sono stati scagionati dall’accusa e assolti monsignor Ivo Panteghini e don Santo Chiapparini per la morte di Marco Gusmini, avvenuta il 24 aprile 2014 in conseguenza del crollo della Croce di Job a Cevo (Brescia). Monsignor Panteghini e don Chiapparini, in qualità di consiglieri dell’associazione culturale “Croce del Papa” erano accusati di omicidio colposo per “non aver adempiuto agli obblighi di manutenzione previsti dal manuale d’uso del manufatto ligneo e, comunque di non aver rispettato le cautele manutentive consigliate dall’ordinaria diligenza, prudenza e perizia, in particolare non provvedendo alla verifica dello stato del legno”. Il Giudice delle udienze preliminari, Giovanni Pagliuca, su istanza dal Pm Katy Bressanelli, li ha definitivamente assolti. Monsignor Ivo Panteghini e don Santo Chiapparini hanno scelto il rito abbreviato sono stati assolti “per non aver commesso il fatto”.Cevo20

Il processo proseguirà il 5 marzo nei confronti di Marco Maffessoli, presidente dell’associazione “Croce del Papa,” il direttore dei lavori Renato Zanoni, don Filippo Stefani, Elsa Belotti e Lino Balotti, mentre ha già chiuso il conto con la giustizia patteggiando un anno e due mesi il sindaco di Cevo, Silvio Citroni. Infine: l’ex primo cittadino, Mauro Bazzana è stato assolto, condannato a un anno il tecnico del Comune di Cevo, Ivan Scolari.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136