Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Bilancio di previsione non ancora approvato da enti camuni e bresciani, la diffida del prefetto

martedì, 10 aprile 2018

Ponte di Legno – Diffida dal prefetto di Brescia per la mancata approvazione del bilancio di previsione. Oggi infatti Annunziato Vardè con un provvedimento ha assegnato ulteriori 20 giorni a Consigli Comunali e Assemblee di Azzano Mella, Cigole, Cividate Camuno, Edolo, Fiesse, Flero, Gargnano, Lavenone, Ponte di Legno, Sellero, Tremosine sul Garda, Unione Antichi Borghi della Valle Camonica, Unione Ceto Cimbergo Paspardo e Unione dei Comuni della Media Valle Camonica. Questi enti locali non hanno approvato nei termini previsti dalla legge il bilancio di previsione per l’anno 2018 e ora avranno 20 giorni per la delibera. Come si legge nel provvedimento del prefetto, “decorso infruttuosamente il suddetto termine, saranno avviate, ai sensi dell’art 141 del decreto legislativo 267/2000, le procedure di scioglimento degli organi elettivi”.

Per il Comune di Azzano Mella – avendo lo stesso dichiarato il dissesto finanziario – il termine per l’approvazione del bilancio è di 90 giorni dalla nomina dell’organo straordinario di liquidazione, avvenuta il 31 gennaio 2018.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136