Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Giornata sicurezza sul lavoro a Sondrio, Giacomelli (Amnil): “Promuovere cultura della prevenzione”

lunedì, 12 ottobre 2020

Sondrio – “Salute e la sicurezza sul lavoro sono una priorità in un momento storico in cui l’incertezza per il futuro sono diventate una costante, soprattutto a fronte dell’epidemia legata al Covid-19 che ha influito sulla crisi economica e che ha riflessi negativi a livello sociale e sul fenomeno infortunistico”, con queste parole il presidente Anmil (Associazione nazionale mutilati e invalidi sul lavoro) di Sondrio, Emilio Giacomelli, ha aperto la celebrazione della giornata dedicata al 70esimo anniversario delle vittime e infortuni sul lavoro. Nell’ultimo anno i decessi sul lavoro in provincia di Sondrio sono stati sei.

Cerimonia Anmil Sondrio - foto credit AmnilL’Anmil di Sondrio, che conta circa un migliaio di soci, ha organizzato una serie di iniziative in occasione della “speciale giornata” (nella foto credit Amnil) con la deposizione della corona di alloro al Monumento al Lavoro e al Sacrificio nei giardini del Tribunale, quindi la deposizione di una corona di alloro ai piedi della lapide in memoria dei caduti in Corso Vittorio Veneto davanti alla sede della Prefettura. Erano presenti il sindaco Marco Scarmellini e il vice Lorenzo Grillo Della Berta, il prefetto Salvatore Pasquariello, il Consigliere regionale Simona Pedrazzi, il presidente di Confartigianato Imprese Sondrio, Gionni Gritti e il presidente Anmil Emilio Giacomelli con il direttivo del Consiglio Anmil.

“La giornata – ha concluso il presidente Anmil – è un’importante occasione per riflettere sulle azioni più efficaci da intraprendere per contrastare gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Come Anmil siamo pronti a fare la nostra parte e dare il massimo supporto per promuovere la cultura della prevenzione”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136