QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Vermiglio, Mondiali Mtb Master: nelle tre gare over 55 l’Italia conquista due ori, un argento e un bronzo con titoli a Janes e Bettineschi. I risultati

mercoledì, 31 agosto 2016

Vermiglio – Il trentino Silvano Janes (50:06) ha conquistato il suo undicesimo titolo Mondiale Mtb Master vincendo questo pomeriggio la gara della categoria 60-64 anni dei campionati del Mondo UCI Val di Sole 2016, disputata sul circuito della piana dei laghetti di San Leonardo a Vermiglio, in Trentino, e chiusa con un podio interamente italiano. Al termine di quattro tiratissimi giri, il portacolori Brao Caffè – Unterthurner ha battuto in volata il bresciano Roberto Viviani (Racing Rosola) e l’altro trentino Renzo Valentini (Team Bsr).UCI 2016 MOUNTAIN BIKE AND TRIALS WORLD CHAMPIOSHIPS A completare il bottino azzurro vi è poi il quarto posto di Fabrizio Stefani (team Rudy Project) finito a 3:43. Poi nell’ordine il francese Patrick Busolini, il belga Rudj Geentjens, lo spagnolo Juan Sanchez Vereda, l’uruguayano Washington Bonansea, lo spagnolo Jose Maria Santisteban Garma e il tedesco Werner Schwendt.

Janes ha conquistato il carriera undici titoli iridati, di cui otto con la Mtb e tre su strada. Ha partecipato al primo Mondiale Mtb nel 1990 a Durango, negli Usa. Per il bresciano Viviani l’argento della Val di Sole si aggiunge al due quarti posti mondiali, all’argento europeo e a due titoli italiani Marathon e altrettanti di Cross Country. Anche per Valentini il podio suggella una carriera con numerosissimi titoli italiani.

L’ITALIA È STATA BRILLANTE PROTAGONISTA ANCHE NELLA CATEGORIA 55-59 con l’oro e l’argento conquistati dal bresciano Natale Bettineschi (Boario Asd) e dal bergamasco Claudio Zanoletti (2R Bike Store) davanti allo svedese Matthias Ball. L’atleta di Sellaro ha chiuso i quattro giri in 1h04:45 con un vantaggio di 36” sul corregionale e 1.03 sullo scandinavo. Per Bettineschi la maglia iridata nobilita i due argenti mondiali, i due titoli europei e la decina di titoli tricolori conquistati in carriera.

NELLA GARA 65 ANNI IL PODIO E’ STATO MONOPOLIZZATO DAGLI ATLETI STRANIERI. Oro al Francese Christian Jupillat che dopo tre giri ha battuto in volata lo spagnolo Roberto Baserba Colom (59:13). Terzo il neozelandese Steve Moffat, finito a 1:55. Quarto l’italiano Valter Vendramin (Cube Crazy Victoria Bike), unico azzurro a riuscito ad infilarsi nei primi dieci. E al termine il francese Jupillat ha elogiato il C.O. Val di Sole 2016, parlando al microfono dello speacker Paolo Mei, “per lo splendido lavoro e per la qualità del tracciato”. Detto da un francese vale certamente doppio.

Domani sono in calendario le due gare più attese del programma maschile: la 30-34 e la 35-39 con la via, tra gli altri azzurri il trentino Ivan Degasperi, oro due anni fa e argento lo scorso anno, Mirco Balducci (Toscana, team Tondi Sport, campione italiano XCO Master2 – 9 titoli italiani vinti consecutivi dal 2008) e Fabio Zampese (Veneto, team Bike Pro Action, campione italiano XCO Master1 – 4 volte campione italiano – bronzo 2015).

Nelle gare femminili l’Italia si affida per i sogni di gloria, tra le altre azzurre, a Eloise Tresoldi (Lombardia, team SC Triangolo Lariano, 2^ campionato italiano Elite Women Sport, 3^ Valdisole Marathon Classic), Chiara Selva (Friuli venezia Giulia, team Spezzotto, campionessa italiana XCO Women1), Silvia Filiberti (Emilia Romagna, Lugagnano Off Road, campionessa italiano XCO Women2), Valentina Rocca (Veneto, Team Todesco, 10^ Valdisole Marathon), Roberta Seneci (Veneto, team Racing Rosola, 3^ campionati italiani XCO Women2) e Lorena Zocca (Veneto, Sc Barbieri, quattro titoli italiani). Ma non esclusa qualche sorpresa in gara

Al via ci saranno alcune protagoniste del Mondiale 2015 di Andorra come la norvegese Gjertrud Bø protagonista nella categoria 50 con la francese Corinne Bedard, ma anche l’argentina Graciela Elina Vargas, la spagnola Marga Fullana e la statunitense Cameron Urban, al via a Vermiglio da campionesse iridate. Ma le azzurre non si faranno certamente intimorire.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136