QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vermiglio: a cent’anni dalla Grande Guerra mostra sulla deportazione a Mitterndorf

martedì, 28 luglio 2015

Vermiglio –  A cent’anni dalla Grande Guerra, una mostra collettiva sulla deportazione dei Vermigliani a Mitterndorf. L’esodo di Vermiglio in Val di Sole nel 1915, tragico come tutti gli esodi in Trentino di quella maledetta estate, quelli di allora come quelli, biblici e terribili di oggi, è al centro con questa mostra non solo e non tanto del ricordo dell’arte, ma alla base di una vera e propria reinterpretazione dei sentimenti, che sotto la sua lente riescono a conservarsi, pur nelle mutazioni epocali, nel tempo…

«Vermiglio, l’esodo del luglio 1915»: l’arte che ritrova per noi, abitanti di un mondo ancora sconvolto dalla violenza, dalla sopraffazione e dal gesto barbaro contro la dignità della persona, la sacralità della vita, consapevole che, se molto, troppo è già andato perduto, non può cervermiglioto abdicare al suo compito di esprimere «ciò che non siamo, ciò che non vogliamo». Liberamente tratto dal testo di presentazione del catalogo, del professor Mario Cossali.

La mostra d’arte collettiva degli artisti del gruppo «La Cerchia» sarà ospitata nella sala mostre del Polo Culturale Vermiglio (Trento) dal 1 agosto al 6 settembre 2015. Il vernissage sabato 1 agosto alle 18.

A cent’anni dalla Grande Guerra, una mostra collettiva sulla deportazione dei Vermigliani a Mitterndorf


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136