QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Valorz eletto nuovo presidente della Cassa Rurale Val di Sole

sabato, 11 febbraio 2017

Mezzana – La Cassa Rurale Val di Sole ha un nuovo presidente: è Claudio Valorz. L’assemblea dei soci lo ha eletto con 1.032 voti. In un clima surreale con il palasport di Mezzana (Trento) strapieno è stato eletto il nuovo presidente dell’istituto di credito.

L’istituto di credito cooperativo nato dalla fusione di due realtà, la Cassa Rurale Alta Valdisole e Pejo e la Cassa Rurale Rabbi e Caldes, ha visto la sfida a quattro. Valorz ha ottenuto 1.032 voti, mentre gli sfidanti Elisa Panizza (sindaco uscente della Cassa Rurale Alta Val di Sole e Pejo) ha ottenuto 713 voti; Maurizio Albasini (presidente uscente della Cassa Rurale Alta Val di Sole e Pejo) 167 voti; Rodolfo Carolli 38.

Valorz guida il consiglio di amministrazione di un istituto di credito cooperativo che conta 4946 soci, 72 collaboratori, 17 sportelli. La raccolta complessiva è di 594 milioni di euro, gli impieghi sono superiori a 394 milioni e un patrimonio è di 66 milioni di euro.

“L’incarico non rappresenta per me una novità – spiega Valorz – perché ho già rivestito il ruolo di presidente della Cassa Rurale di Rabbi e Caldes. L’impegno sarà maggiore perché maggiori sono le dimensioni della struttura. Alcuni interlocutori sono nuovi per me: mi riferisco alla direzione e a una parte dello staff di collaboratori. Uno dei primi impegni sarà di conoscere e confrontarmi con queste persone”.

L’assemblea ha fatto registrare numeri considerevoli: “1.400 persone fisiche – precisa Valorz a cui si sono aggiunte alcune centinaia di deleghe per un numero complessivo di voti che ha sfiorato quota duemila. Numero che dimostra l’importanza dell’assemblea e il senso di appartenenza della base. I soci quando si sentono importanti e determinanti rispondono in maniera adeguata”.

Oltre al presidente, sono stati eletti quattro consiglieri dalla zona di competenza della ex Cassa Rurale di Rabbi e Caldes e sei consiglieri per l’alta valle. Le preferenze dei soci sono andate a: Marco Pedergnana (Rabbi e Caldes) 1.085 voti, Vito Pedergnana (Alta ValdiSole e Pejo) 1.040 voti, Marco Boni (Alta ValdiSole e Pejo) 986 voti, Cristina Rizzi (Rabbi e Caldes) 845 voti, Lodovico Magnini (Alta ValdiSole e Pejo) 828 voti, Giudo Ghirardini (Rabbi e Caldes) 795 voti, Emanuele Ghirardini (Rabbi e Caldes) 705 voti, Christian Caserotti (Alta ValdiSole e Pejo) 646 voti, Flavio Chiesa (Alta ValdiSole e Pejo) 579 voti e Katia Cavallero (Alta ValdiSole e Pejo) 496 voti. Dal secondo triennio non ci sarà più una distinzione in base alle zone di provenienza e il Consiglio di amministrazione sarà di otto componenti più il presidente.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136