QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Valli del Noce: i carabinieri di Cles ritirano cinque patenti per guida in stato di ebbrezza

giovedì, 7 gennaio 2016

Cles –  Controlli sulle strade del Trentino, nelle vallate e sulle piste da sci da parte dei carabinieri del comando provinciale di Trento e delle compagnie di Cles, Riva del Garda, Cavalese e nel capoluogo.

VALLE DEL NOCE: CONTROLLI SULLE STRADE, I CARABINIERI RITIRANO CINQUE PATENTI
Il periodo di festa e la numerosa presenza di turisti, come ci si aspettava, ha dato luogo a qualche eccesso: ben cinque patenti di guida sono state infatti ritirate dai Carabinieri di Cles nelle ultime 48 ore ad automobilisti ubriachi. etilometro carabinieri

Nelle Valli del Noce il risultato dell’attività di controllo del territorio che il comando provinciale dei carabinieri di Trento ha voluto attuare su tutto il territorio provinciale.

La Compagnia dei carabinieri di Cles (Trento), con il duplice fine di prevenire comportamenti di guida a rischio e dissuadere delinquenti pronti a vedersi agevolati dal gran movimento di macchine e persone, ha intensificato i servizi di pattugliamento delle principali arterie stradali, impiegando personale dell’Aliquota Radiomobile nell’attuazione di posti di controllo in prossimità dei valichi di accesso alle valli e delle Stazioni nel pattugliamento, soprattutto nelle fasce orarie maggiormente a rischio ovvero nel tardo pomeriggio, dei piccoli borghi.

Tre volte il ritiro è seguito all’accertamento dello stato di ebbrezza, una al rifiuto di eseguire detto esame opposto da un ventenne di Rabbi il quale è stato condotto presso l’ospedale di Cles dopo che era rimasto coinvolto in un incidente stradale (a Monclassico, la sua utilitaria era uscita di strada, ribaltandosi). I militari, volendoci vedere chiaro, nel rispetto del Codice della Strada, hanno chiesto ai sanitari di eseguire sul giovane anche esami di natura tossicologica ma questi, venutolo a sapere, si è intenzionalmente allontanato dal pronto soccorso. La sua condotta, come detto, non gli ha risparmiato la denuncia alla Procura della Repubblica di Trento ed il ritiro del documento di guida.

Anche in un altro caso, il più grave in termini di valore di alcolemia riscontrato (2,7 g/l, vale a dire oltre cinque volte il tollerabile), la patente di guida è stata ritirata ad un automobilista coinvolto in un sinistro stradale. L’uomo, un milanese di 37 anni che viaggiava in compagnia della moglie, ha perso il controllo dell’auto che, nel centro abitato di Brez, è finita fuori strada.

La terza denuncia in stato di libertà è toccata ad un 29enne di Sanzeno il quale la notte della befana è stato fermato in Cavareno. Gli evidenti sintomi da intossicazione alcolica palesati dal predetto sono stati confortati dal responso dell’etilometro, che in questo caso ha fatto segnare un tasso alcolemico di 1, 4 g/l.

La quarta patente è stata invece ritirata ad un 30enne residente in Predaia, il quale è stato sorpreso al volante della propria autovettura avendo un tasso di alcolemia di poco superiore al limite minimo previsto. Il comportamento del giovane è stato multato in via amministrativa con un’ammenda che può raggiungere i 2000 euro.

L’attività di controllo del rispetto del Codice della Strada da parte dei molti automobilisti che in questo periodo di vacanza hanno percorso la strada statale della Val di Non e quella della Val di Sole ha prodotto anche il ritiro della patente di un turista che, in prossimità di una curva, ha eseguito un azzardato sorpasso incurante della segnaletica orizzontale indicante la doppia striscia continua, ed il fermo amministrativo di un veicolo condotto da un romeno, che è risultato colpito da provvedimento fiscale (al conducente è stata elevata una contravvenzione di oltre 700 euro).

CAVALESE:DUE PERSONE DENUNCIATE PER TRUFFA AGGRAVATA

La Compagnia di Cavalese, con le svariate piste della valle di Fiemme, Fassa e Primiero ha assicurato la presenza sul territorio, nei primi giorni dell’anno con consistenti pattuglie a bordo di autoradio ed auto “civetta”, diversi sono i servizi piste da scii e tante le pattuglie a piedi per i centri storici e mercatini di Natale, anche con carabinieri in uniforme storica.

Sono stati intensificati i controlli nei pressi delle abitazioni e stabili incustoditi per prevenire furti all’interno delle case dei trentini assenti per vacanze.

Presso le principali arterie, nonché quelle delle valli più trafficate sono stati predisposti controlli della velocità e dello stato di ebbrezza dei conducenti, mediante l’utilizzo di autovelox ed etilometri.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136