QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Val di Sole, esibizione in piazza a Dimaro dei campioni di MTB. Grandi emozioni per il pubblico

giovedì, 14 luglio 2016

Dimaro-Folgarida – Non c’è solo il calcio in Val di Sole ad animare l’estate che vede grandi protagonisti in questi giorni Napoli e Cagliari. Lo si è visto ieri sera in centro a Dimaro-Folgarida dove gli azzurri del trial, specialità delle due ruote, che rientra nell’ambito delle mountain bike, hanno offerto ad un numerosissimo pubblico una emozionate esibizione tecnica, di fatto una sorta anteprima di quanto si potrà vivere tra meno di due mesi ai Campionati del Mondo Uci Mtb in calendario sempre il Val di Sole dal 29 agosto all’11 settembre.dimaro 2 trial

ACROBAZIE IN PIAZZA
I campioni italiani Andrea Pilo (Elite 20) e Giulio Porcario (juniores 26) con Francesco Policante (Elite 20), Paolo Patrizi (Elite 20), Diego Bani (Elite 26) e Stefano Ravarelli (Junior 20) , accompagnati dal Ct Angelo Rocchetti e e dal Dt Marco Patrizi, in questi giorni hanno svolto una stage di allenamento a Vermiglio (sede della gare iridate) e sono stati protagonisti di una serie di acrobazie sul tracciato artificiale realizzato con tronchi, manufatti in cemento e pallets in piazza Madonna della Pace, simulando una vera e propria gara. Palpitante si è poi rivelata la gara di salto in alto da fermi che ha visto Paolo Patrizi superare con la propria bicicletta l’asticella posta a un metro e trenta da terra. Un gesto tecnico che ha strappato grandi applausi al numeroso pubblico presente. Alla misura di 1.25 si è fermato il campione italiano Andrea Pilo. Ma emozionante è stata poi l’ascesa dello stesso Pilo, poi ripetuta anche da Policante, sulla sommità di un tronco a cinque metri di altezza.

L’esibizione è stata resa possibile dalla collaborazione tra Apt Val di Sole, Comune di Dimaro Folgarida e Comitato Grandi Eventi, Comitato Organizzatore dei Mondiali val di Sole 2016 e come detto rappresenta una anteprima della prossima rassegna iridata che torna in Trentino per la seconda volta.

E per l’occasione la Val di Sole raddoppia. Dopo la felice esperienza del 2008 questa destinazione di vacanza, posta tra il Tonale, il Presena e le Dolomiti di Brenta e solcata dal fiume Noce, sarà infatti teatro delle gare iridate 2016 con un nuovo format: assieme ai grandi campioni a confrontarsi in pista saranno anche gli amatori, sempre con il titolo iridato in palio. E’ la prima volta che ciò avviene in Italia (info su www.valdisolebikeland.com).dimaro  trial 2

Nel pacchetto iridato Val di Sole 2016 rivolto agli amatori fa parte di diritto anche la Val di Sole Marathon in programma il 28 agosto con partenza e arrivo a Malè, con due distanze di 35 e 61 Km.

A fare da succosa anteprima sarà l’arrivo della Transalp il 21 luglio durante il ritiro del Napoli a Dimaro. La più importante manifestazione europea Mtb anche quest’anno vedrà 1.200 biker di oltre 40 nazioni impegnati a pedalare per 600 chilometri con oltre 19.000 metri di dislivello, lungo un tracciato che unirà idealmente le Alpi Bavaresi a quelle del Trentino.

SCHEDA TECNICA: IL TRIAL
Il trial è una prova individuale capace di regalare grandi emozioni, pur essendo una disciplina minore nelle ruote artigliate. Il campo di gara può essere prettamente naturale, ricavato ad esempio in una cava o sui rilievi di una valla alpina (è il caso delle gare iridate di Vermiglio, in val di Sole) oppure completamente artificiale (come ieri sera a Dimaro), in ogni caso con sezioni appositamente progettate. Due sono le biciclette speciali impiegate, con le gare suddivise in base al diametro delle ruote: 20” e 26”. Due anche le principali categorie di età: Elite e Junior (fino ai 18 anni). Come nelle gare con la moto anche i trialisti della bike devono superare un percorso ad ostacoli, di varia ampiezza e difficoltà, entro un tempo imposto, con la classifica determinata sia dal responso cronometrico sia dal minor numero di penalità conseguite. Infatti non devono commettere errori, passando attraverso le sezioni controllate senza mai poggiare il piede a terra, aspetto che causa l’assegnazione di una di una penalità.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136