QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Val di Sole e Capri: si rinnova il tradizionale gemellaggio. Il programma dell’evento

venerdì, 5 dicembre 2014

Malè – Un ponte tra la Val di Sole e Capri, uno scambio tra una delle più belle valli del Trentino e una della località mondane più note al mondo. Anche il Presidente della Provincia Ugo Rossi sarà presente alla tradizionale manifestazione “Capri incontra la Val di Sole”, in programma domani sera nella celebre piazzetta Umberto I, cuore della famosa isola napoletana.

La piccola piazza, uno dei più noti salotti mondani non solo d’Italia, ospita infatti la sedicesima edizione del singolare gemellaggio istituzionale e promozionale tra la meravigliosa località catorrente Noce, malè 1mpana e la Val di Sole.

L’atteso evento, organizzato dall’APT della Val di Sole in collaborazione con la Comunità della Val di Sole, è molto importante soprattutto per il suo significato e la grande valenza mediatica, rappresentando un prestigioso scambio e simpatico incontro amichevole tra la montana Val di Sole e la realtà turistica marina tra le più note al Mondo.
Nella giornata di domani la Val di Sole sarà presente con i propri stand informativi nella rinomata piazzetta di Capri, dove migliaia di turisti accorrono ogni week end, potendo dunque far conoscere l’offerta turistica della Valle già allo sbarco presso il porto principale di Capri, dove è ben visibile una grande bacheca con materiale promozionale della Val di Sole.

I PRODOTTI
Per l’occasione il centro di Capri verrà inoltre animato anche con la prelibata degustazione di tipiche squisitezze trentine: strudel di mele, Trentingrana, Casolet (tipico formaggio DOP della Val di Sole), mele Melinda, succo di mele e spumante Trento DOC. Ghiotta novità di quest’anno il gustoso gemellaggio tra piatti tipici trentini ed isolani: se i ragazzi del Centro di Formazione Professionale Trentino Enaip di Ossana, coordinati dai docenti Raffaele Albasini ed Alessandro Saiu, proporranno «l’Orzotto alla Trentina allo speck e Casolet», gli allievi dell’Istituto Alberghiero di Capri «Ipsar Axel Munthe», affiancati dalle donne «Campagnole» di Anacapri e coordinati dall’esperto Renato De Gregorio, noto Chef della «Chaine des Rotisseurs», prepareranno alcuni succulenti piatti capresi come le montanare, il torciglione Monte Solaro e diverse fritture miste rigorosamente biologiche.

IL PROGRAMMA 
Dopo la Santa Messa prefestiva delle 18.30, spazio quindi allo scambio istituzionale di omaggi e saluto delle Autorità. Seguirà la tradizionale accensione delle luminarie natalizie sul grande albero ecologico di Natale e gli storici edifici circostanti, nonché la consueta e gradita nevicata (artificiale) conclusiva, che imbiancherà in un’insolita atmosfera decisamente magica la celebre piazzetta caprese. La suggestiva manifestazione si concluderà con musica tipica trentina, proposta dal noto artista Bruno Paganini.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136