QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Val di Sole, assegnati i Mondiali 4X: Beerten e Gohler campioni, show a Daolasa

sabato, 22 agosto 2015

Daolasa – Anneke Beerten e Aiko Gohler sono i nuovi campioni del Mondo all’UCI World Championship 4X. In concomitanza con l’ultima prova di Coppa del Mondo DH e XCO, a Val di Sole si sono svolti anche i Mondiali 4X nell’affollatissima serata di ieri in Val di Sole.doalasa mtb

Dopo le qualifiche di giovedi sera, con il più veloce l’austriaco Hannes Slavik, ribaltone col tedesco Aiko Gohler (47.156 il tempo) a vincere la Big Final davanti al britannico Luke Cryer (47.488), al tedesco Last Benedikt (47.256) e proprio ad Hannes Slavik (48.299).

Giovanni Ponzoni, quarto nelle qualifiche, termina secondo nella Small Final alle spalle dello svizzero Simon Waldburger. Rispettivamente terzo e quarto i britannici Scott Beaumont Lewis Lacey. Nella gara femminile successo per Anneke Beerten nella Big Final davanti a Lucia Oetjen, Steff Marth e Monica Hrastnik.

IL RACCONTO DELLA SERATA
La magia della Val di Sole è anche questa: la pista illuminata a giorno, musica, migliaia di persone e la finale del Campionato Mondiale di Four Cross 2015.

premiazione mtb

32 gli uomini e 15 le donne qualificate, condizioni della pista perfette ed elettricità nell’aria prima del via. I rider si affrontano con la classica partenza al cancelletto, passano solo i primi due atleti di ogni “heat” fino ad arrivare alla finale, chiamata “Big Final”.

Questa viene vinta a sorpresa Aiko Göhler (GER), col favorito Hannes Slavik solo quarto. Il rider tedesco, visibilmente emozionato, ha dichiarato appena conclusa la gara:

È assolutamente pazzesco, due tedeschi sul podio, io e Benedikt Last. Benedikt era molto veloce, non pensavo di riuscire a batterlo, stento ancora a crederci. L’anno scorso ho avuto la medaglia “di legno” ai Mondiali di Leogang in Austria e quest’anno invece ho la maglia iridata… ora è tempo di festeggiare!”.

Al secondo posto l’inglese Luke Crier e al terzo il tedesco Benedikt Last.

Nelle donne la vincitrice è l’olandese Anneke Berteen che porta a tre le maglie iridate nella sua carriera quasi ventennale tra downhill, BMX e 4X. Una vittoria preannunciata vista la forma e la potenza di questa forte rider 33enne che da tre stagioni si dedica anche all’enduro. Quest’anno è infatti anche Campionessa Europea di enduro.pubblico

“Sono davvero contenta, non avevo fatto nessuna gara di 4X quest’anno, il mio focus era sull’enduro. È stato molto stressante arrivare alla finale, le ragazze erano forti ma questa pista mi piace e tornare qui mi dà sempre la carica”.

In seconda posizione chiude la svizzera Lucia Oetjen e terza la tedesca Steffi Marth.

Negli italiani il lombardo Giovanni Pozzoni, unico atleta italiano in gara, è autore di due heat emozionanti che gli fanno quasi pensare al podio: primo posto nella heat N.3, secondo nella heat N.2. Il pubblico esplode ad ogni suo passaggio.

Parte la prima semi finale e Giovanni è terzo. Alla curva dopo la linea di salti “Pro Line” tenta il tutto per tutto e taglia la parabolica per sorpassare il secondo rider. La manovra riesce ma c’è un contatto e i due piloti finiscono fuori dal percorso nella rete di protezione.

Pozzoni riparte ma ha perso tempo, viene sorpassato e chiude solo terzo, perdendo il diritto alla Big Final che determina il podio e assegna la maglia iridata.

Giovanni è poi rammaricato dall’errore commesso e attende all’arrivo il rider rimasto incastrato nella rete per scusarsi, in un gesto molto sportivo e apprezzato da tutto il pubblico.

L’atleta di Brivio (LC) conclude quindi al sesto posto.

Giovanni Pozzoni:

“Il pubblico è stata una cosa pazzesca, ero molto“gasato”, sarei potuto arrivare in finale. Ho commesso un errore e ne ho pagato le conseguenze ma questo sesto posto mi basta”.

Conferenza stampa Campionati del Mondo 2016 e nuovi progetticonferenza stampa

Poco prima dell’inizio del Campionato del Mondo 2015 di Four Cross è stato annunciato di fronte ai media nazionali ed internazionali il progetto legato al triennio di grandi eventi di mountain bike in Val di Sole, i quali hanno avuto inizio proprio quest’anno.

Un progetto che si può tradurre in un percorso che la Val di Sole sta intraprendendo con lo scopo non solo di accogliere prestigiose competizioni internazionali, ma soprattutto di rendere la Val di Sole e le altre valli laterali un unico grande resort di oltre 300 km di sentieri.

Sentieri in parte già esistenti a disposizione di tutti gli appassionati della mountain bike ma anche dei turisti che potranno godere di questa valle in sella alla loro bici.

Oltre ai trails, sono disponibili servizi come ad esempio la pista ciclabile di 35kmche attraversa la valle, che sarà ampliata con un piano di 3 milioni di euro, andando a sommarsi agli oltre 400 km di piste ciclabili del Trentino.

Annunciata anche l’ufficializzazione del bike park di Daolasa e un progetto per la realizzazione di un bike park nella limitrofa Val di Pejo. Bike park che vanno ad arricchire l’offerta ad un target meno “competitivo” ma più orientato al divertimento e le attività outdoor.

Altro punto importante toccato durante la conferenza è legato ai servizi di trasporto bici come il treno Dolomiti Express e il Bici Bus, una sistema di servizi che è già un importante raccordo che unisce la valle alla sconfinata rete sentieristica che “esce” dalla carta e inizia a definirsi sul territorio.

Sono intervenuti alla conferenza: il presidente del Comitato Esecutivo Aldo Bordaticon il responsabile tecnico del Comitato Grandi Eventi Val di Sole Sergio Battistini, il presidente dell’Apt Luciano Rizzi, il presidente della federazione ciclistica italiana Renato di Rocco e l’assessore allo Sport Tiziano Mellarini, che ha portato i saluti del collega Michele Dallapiccola (che riveste il ruolo di presidente del C.O.).

Dopo la conferenza e la gara, la giornata è stata salutata dal party di Viva FM dove i riders e il pubblico hanno avuto modo di festeggiare i vincitori del Campionato Mondiale UCI Four Cross 2015.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136