QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Pejo: pochi gli iscritti, sospesa l’esperienza educativa di “Scuola viva”

sabato, 7 settembre 2013

Pejo – Alla vigilia dell’anno scolastico affiorano i primi problemi e ci sono istituti che gettano la spugna. Solo cinque gli iscritti, un numero troppo esiguo per proseguire l’esperienza di “Pejo Scuola Viva” che dopo un biennio sospende l’attività.  Un gruppo di genitori aveva avviato l’esperienza per evitare il trasferimento dei bambini. Una scuola sostenuta in prima persona dalle famiglie. Ora – visti e costi e l’esiguità del numero dei ragazzi ( partiti in nove si sono ritrovati in cinque) – si sono arresi: i bambini, accompagnati dai genitori e da un gruppo di insegnanti che hanno fatto del volontariato la loro vita tornano alla scuola pubblica e seguiranno le lezioni nella scuola primaria di Celledizzo. Le iscrizioni sono state formalizzate in queste giornate e saranno operative per l’inizio dell’anno scolastico. L’esperienza autoctona di insegnamento viene per il momento interrotta – a seguito del numero esiguo di iscritti – e potrebbe comunque essere riproposta in futuro, sempre con un gruppo di almeno dieci bambini.21 rumo scuolainaugurata21-13

Così l’esperienza educativa nata dall’impegno delle famiglie si interrompe e i ragazzi dovranno sobbarcarsi il trasferimento a Celledizzo tutti i giorni, con però il vantaggio di essere inseriti in un ambito comune con gli altri coetanei.Soddisfatto il dirigente scolastico si attende ora una presa di posizione ufficiale del Comune di Pejo.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136