QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Crisi, l’Acqua Pejo è in vendita: ‘Goccia di Carnia’ in pole position

martedì, 6 agosto 2013

Pejo- La crisi economica che sta investendo l’Europa potrebbe far cambiare padrone dello storico marchio trentino Acqua Pejo. L’ipotesi più probabile è un passaggio di consegne alla friulana, molto conosciuta nel triveneto, Goccia di Carnia. Negli ultimi giorni alcuni addetti friulani hanno visitato lo stabilimento di Pejo, ma ci sarebbe la concorrenza di un gruppo economico e finanziario inglese.logo_pejo

Questo conferma il brand Acqua Pejo, conosciuto all’estero: Nestlè sarebbe costretta a vendere per i grandi costi che hanno per il trasporto delle bottiglie fino ai loro stabilimenti e non per i ricavi, che non mancano. Da quindici anni l’acqua della Val di Pejo appartiene al gruppo Sanpellegrino, dipendente dall’azienda svizzera Nestlè, che sta cercando acquirenti.

L’investimento di Goccia di Carnia a Pejo sarebbe una nota positiva, visto che nel 2012 l’azienda friulana ha incrementato il proprio fatturato del 3%. A settembre le trattative entreranno nel vivo: un ruolo importante lo rivestirà anche il Comune, che detiene la concessione sull’acqua e permette di avere concessioni e agevolazioni. Oltre al fatto che l’Acqua Pejo rappresenta in toto il territorio dell’omonima valle.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136